Top Menu

Sweet Pool [Recensione]

Eccoci nuovamente qua, questa volta senza sondaggi o salamelecchi prima.
Come mai? Perché la Suppy è in modalità Rage!!! E perché, fortunatamente, Sweet Pool dura poco.
Non è che sia corta, non è nemmeno lunga, ma ha una piccola gimmick che ti fa risparmiare un sacco di tempo -leggere per credere.
Vi avviso subito che in questi giorni non sono particolarmente padrona della lingua italiana e mi scappano un sacco di inglesismi (o cose senza senso), ma come accennavo questa recensione è stata fatta in un impeto di rabbia e non mi andava di star lì a correggere simili quisquilie *cof cof*
Il fatto che Sweet fosse così corto (e odioso) è andato doppiamente a discapito di voi poveri lettori, che non solo vi beccate una recensione disarticolata di Sweet Pool ma... non vedrete mai la seconda parte di Hadaka -perché l'idea era di far competere Sweet con Hadaka *ahah*


Il gioco in esame
Nome: Sweet Pool (in tutte le lingue)
Data di uscita: Novembre 2018 (USA/EU), Dicembre 2008 (JP) -segnalo anche che una prima traduzione fanmade inglese uscì nel 2013
Piattaforma: PC e PSV (JP), PC e PSP (CN), PC (USA/EU)
La valutazione della Suppy in breve: ... ma davvero? Cioè, ma... *sguardo perplesso*
Ok, battutine a parte Sweet Pool è una strana, stranissima, bestia.
Non che i giochi Nitro+Chiral di solito siano "normali" ma questo li batte tutti! Il fatto poi che sia uscito 10 anni dopo e l'abbia fatto la JAST USA non lo aiuta a essere più piacevole alla vista...

Se dovessi fare una recensione spoiler-free direi che non è adatto a tutti, anzi probabilmente non è adatto a nessuno *ahah* e sconsiglierei vivamente di comprare la versione Steam che non è economicissima e nemmeno "tagliuzzata" bene, perché sì... è censurata e ha una patch A PAGAMENTO che non funziona nemmeno bene e si installa in maniera stramba.
Ma ehi, che vi aspettate? Sono i carissimi JAST USA~

Piccola nota sulla JAST USA
Cercherò di essere breve e di non sputare troppo veleno (mission impossible)
La JAST USA è un publisher americano specializzato nella traduzione di visual novel giapponesi e attivo ormai da più di due decadi.
Costola americana di uno sviluppatore giapponese defunto dai primi del secolo, la JAST USA era famosa per tradurre principalmente cose "prurigginose" (al pari di MangaGamer, che però è venuto dopo).
La prima volta che ho avuto a che fare "ufficialmente" con loro è stato con Enzai e... ora che ci penso potevo far combattere Sweet Pool contro Absolute Obedience e passare la giornata a insultare l'incompetenza della JAST USA! *si picchia da sola*
Questo li rende ufficialmente i primi ad aver tradotto e distribuito in occidente delle visual novel BL, tradotte coi piedi e fatte coi piedi > per maggiori info divertitevi con le recensione di Enzai.
Dopo anni prolifici (fine/inizio secolo) la JAST USA ha iniziato a rallentare, ma nonostante ciò non sono migliorati granché: non hanno senso estetico e sono fermamente convinta che traducano principalmente cose vecchie perché non sono in grado di lavorare sulle nuove, salvo avere la pappa scodellata dallo sviluppatore giapponese.

Fatto sta che è universalmente noto che tra poco è meglio una traduzione fanmade di qualcosa fatto da loro, anche perché sono incredibilmente fetenti e greedy (vedi sotto, quando parlo della patch) e davvero... graficamente sono degli incompetenti rimasti agli anni 90 -.-

Anno scorso hanno dato vita a una nuova etichetta, JAST BLUE, che ha annunciato tante cose simpatiche e Sweet Pool era l'apri pista.
Perché la gente si sia stupita che si siano messi a tradurre i Nitro+Chiral solo Dio lo sa, perché da che mondo è mondo... la JAST è pappa e ciccia con la Nitro e ha tradotto svariati giochi "prurigginosi" loro.

Per quanto riguarda la loro incompetenza in ambito Sweet Pool inizierò subito a dire che della traduzione non parlo perché ho notato un paio di cose stridenti ma c'è anche da dire che la traduzione fanmade era famosa per essere uno schifo (col senno di poi non era tutta colpa loro, ma d'altro canto stiamo parlando degli stessi che fecero Hadaka per cui era il caso sottolineare che era da evitare)
Prima di farla a pezzi però diamo a Cesare quel che è di Cesare: la JAST USA ci ha permesso di avere i peni *urrà*
Nelle scene potete facilmente notare nell'angolo in basso a sinistra la scritta "solo per il pubblico occidentale" perché sono le versioni senza parti intime pixellate (come sono fine?).
Grazie tante, anche se essendo nate per essere pixellate come dire... 'sti peni sono un salimini Beretta *cof cof* perché non furono disegnati per essere visibili *ahah*
Vi avrei messo qualche immagine di confronto ma non voglio noie con papà Google, o zio Zuckerberg (e sapete come è andata a finire su Tumblr per cui non ci provo nemmeno~)

Per quanto riguarda la release JAST USA basta una cosa a siglare la loro rovina: l'epic fail della patch.
Quei geni della JAST han voluto cavalcare l'onda delle release su Steam e hanno seguito l'esempio degli spacciatori di hentai low-cost: ti metto il gioco a poco su Steam, un gioco incentrato su cose che ho dovuto togliere perché altrimenti la Valve non me lo accettava, così ti costringo a venire sul mio sito (che nessuno visita) a comprare la patch che ripristina il gioco.
Il problema è che la JAST non ha fatto bene i compitini e non ha capito che la cosa funziona SE il gioco su Steam costa due lire, non se è praticamente una release full price (certo 15€ non sono tanti per una VN, ma questa è una VN con 10 anni sul groppone!!!)
Senza contare che al lancio la patch non funzionava e tuttora c'è una guida fanmade su Steam per riuscire a installarla.
Non sono stati nemmeno in grado di censurare a modo il gioco che in versione Steam ha un sacco di problemi come trofei che non si sbloccano, audio disallineato, ecc... e alcuni problemi persistono anche dopo aver messo la patch *facepalm*.
Spero almeno che non abbiano avuto il coraggio di vendere sul loro store la versione censurata (visto che costa più della versioen Steam), ma d'altro canto hanno una limited che costa ben 140$ ed contiene solo una key per la versione censurata... -.-

Concludo sottolineando che la patch è talmente fatta bene che dovete resettare la partita cancellando i save manualmente, per cui se ve ne accorgete troppo tardi ci sta che vi ritocchi fare ore e ore di roba *urrà!*
Fortuna che Suppy l'aveva già giocato a suo tempo e appena ha visto la scena del bagno ha capito che qualcosa non tornava -.-

Cosa non funziona
Più o meno tutto, anche ignorando i problemi generati dall'incompetenza del traduttore americano.
Non è che Sweet Pool non funzioni, è solo vecchio e ha una struttura molto semplicistica che gli permette di avere un paio di cose utili, ma generalmente è indecente *risata isterica*
Non potevo aspettarmi granché, non è che la Nitro sia proprio aggiornata sul fronte programmazione.

Prima di gettarci tutti insieme nella tana del coniglio apro una piccola parentesi: il comparto sonoro non mi piace, fine.
Le canzoni non mi piacciono, la colonna sonora è un ammasso di suonetti ripetitivi pseudo-techno (?) e di default le linee di dialogo non si fermano se skippi i dialoghi, per cui a volte ti ritrovi a sentire la voce mentre leggi una descrizione che c'entra ben poco.
Anche sul fronte dei doppiatori non c'è nessuno che mi faccia impazzire, certo molti sono parte del cast fisso Nitro ma essendo Sweet l'apripista non c'è nessuno di particolarmente riconoscibile in occidente.
Qualcuno è famoso, tipo Kishio Daisuke e Midorikawa Hikaru, ma sono proprio i personaggi a non prenderti minimamente visto che il duo principale è composto da due apatici muti -.-
Forse la voce più riconoscibile per le giovincelle occidentali è quella di Yusa Kouji ovvero... HARADA! Ma chi lo vuole Harada di Hakuoki?? *cof cof*

Come detto all'inizio (e come ho ripetuto più volte) Sweet Pool ha 10 anni ed è palese visto che è in 4:3 e sui monitor di oggi il risultato è assai sgranato.
Non è unicamente colpa della JAST USA, anche la più recente versione giapponese, quella per PSV (o l'aggiornamento PC), ha una grafica riadattata ai 16:9 e non so è perché non hanno più "le fonti" o se sono proprio degli incompetenti e neanche ci hanno provato ad aggiornare Sweet Pool in modo che fosse un gioco di questo secolo.
Per un po' di contesto: anche Hakuoki è del 2008 ed è nato in 4:3.

I menù sono bruttissimi e molto old school, non solo a livello di grafica ma anche utilizzo: sono quasi completamente basati su shotcut o sul mettere in pausa il gioco e scegliere una voce da un menù generico per poi andare in quello che si vuole.
Devo parlare della folle grafica che hanno i salvataggi? Una cosa a dir poco confusa!
In realtà tutti menù sono un po' confusi e poco gradevoli alla vista ma quello è colpa dell'età, erano così anche in giapponese (col solito font orribile) per cui questa volta non è colpa della JAST -anche se dubito che sarebbero riusciti a fare un lavoro migliore se avessero dovuto modificare le immagini per mettere scritte comprensibili.
Vorrei chiuderla qui con la questione "visiva", essendo sempre la parte più superficiale di qualcosa, ma il problema è che Sweet Pool aveva praticamente solo quello dalla sua parte (ci arriveremo poi dopo)

Sweet Pool è, anzi, era bello. Disegni, colorazione e accorgimenti nel posizionare i figurini, tutto è pensato per dare l'idea di un anime più che di una VN.
I personaggi sono in primo o secondo piano, la luce cade in un certo modo, ecc... nonostante l'autrice delle illustrazioni (Onitsuka Seiji) sia apparentemente un signor nessuno è riuscita a creare qualcosa di davvero molto speciale (anche se ogni tanto i volti le vengono un po' male, soprattutto presi da davanti *cof cof*).
Sweet Pool è bello quanto terrificante e grottesco, ma purtroppo gli anni li sente e quello che era il suo punto di forza ora si difende benino ma non colpisce più di tanto.
L'età (e 0 lavoro da parte degli sviluppatori per ammodernare il gioco) oltre a sgranare il tutto a portato una sequela di errori grafici: per tutta la partita, stile vecchia cassetta VHS, ho avuto degli aloni sui margini in modalità tutto schermo.
Il gioco è poco reattivo, nonostante ora stia girando su un pc decisamente over performante:
- I menù sono lenti a comparire.
- Le scelte "ragione/istinto" hanno un inutile delay.
- L'animazione del cambio di scena è brutta e una continua piaga.
- Se abiliti lo skip dei filmati comunque ci mette un po' e allo stesso tempo il fast skip è lento invece di essere immediato.
E questo perché? Perché il gioco è convinto di essere ancora nel 2008 e di girare su Windows XP su un monitor crt.
Gli ho dovuto infilare su per il *bip* a forza la scheda video perché non era capace di andare oltre a quella integrata (che comunque era overperformante) e nonostante abbia un signor processore la ventola girava come se stessi giocando a un gioco di ultima generazione con le impostazioni grafiche a ultra...
Come mai? Perché Sweet Pool non è minimamente ottimizzato! Non mi stupirebbe nemmeno scoprire che la versione JAST USA non si avvale della patch per Windows 10 rilasciata dalla Nitro -.-
Prima che qualcuno si scandalizzi: scherzo, la versione JAST USA è quella rilasciata nel 2018 dalla Nitro e chiamata "Sweet Pool Remaster" ma resta comunque una porcata non di meno.

La storia dovrebbe essere il punto di forza di Sweet Pool (è un VN) ma nope, la storia è un completo disastro e non lo dico perché ho lo stomaco debole e il gore mi fa tanta tanta paura... lo dico perché è proprio patetica e sintomatica delle mode degli anni in cui è stata scritta.
Inoltre la narrazione è in terza persona e graficamente non compare il nome di chi parla, per cui se non sei concentrato o lo giochi quando hai cinque minuti la confusione è assicurata -come se poi la trama non fosse già inutilmente contorta di suo.

Le Route
Inizialmente ero interdetta se fare o meno questa sezione, perché Sweet Pool non ha delle vere e proprio route (almeno per come siamo abituati a concepirle) ed è quasi una novel kinect "senza scelte" perché nonostante le abbia in realtà la vera via è una sola, kinda???
Per cui diciamo che questa sezione in realtà serve a parlare della storia in generale, più che delle singole route.

Come ho accennato prima questa VN è figlia del suo tempo, come grafica, come meccaniche e anche come storia.
Sweet Pool è un mix di clicé e confusione, con elementi religiosi perché era quello che andava di moda a inizio del secolo: dopo i futuri distopici alla AnK è arrivato il momento di revival della religione cristiana... urrà -.-
Il world building è un disastro e pensare che di fatto è una VN a tema scolastico/formazione ambientata nel contemporaneo... se si fossero fermati lì sarebbe stato tanto meglio.
Da qui in poi lo spoiler è di casa, anche se per comodità userò terminologie più generali rispetto a quelle specifiche dell'opera (gente, non ho voglia di spiegare e il gioco non se lo merita)

Il succo è che gli uomini sono i figli prediletti di Dio, ma esisteva anche la Lilith della situazione che tramite la sua progenie infetta gli umani, per cui esiste una specie di seconda razza di umani "infettati" da questi esseri incredibilmente disillusi e depressi.
Allora non era così di moda (in Giappone, perché in America era già storia vecchia) ma fate finta di trovarvi in un omegaverse in cui esistono umani normali e umani omegaverse: gli umani omegaverse sono divisi tra maschi e femmine (cosa che non ha niente a che vedere col sesso per personaggio, perché ovviamente sono tutti pene muniti) e l'unione tra un maschio perfetto e una femmina genera l'equivalente di un bambino "purosangue" > ciò costa la vita ai genitori, ma questo essere maledetto, dagli occhi rossi, è talmente bello che chiunque lo guarda si innamora e cerca di proteggerlo.
C'è poi ovviamente una setta che sa tutto questo e venera e protegge questi esseri, ma a parte essere materiali da personaggi secondari che sparano terminologie cretine a manzo non servono a molto~

I personaggi principali sono:
Sakiyama Youji, l'ufficiale protagonista (anche se ci sono tante scene dal punto di vista degli altri). Un ragazzo malaticcio che torna a scuola dopo aver perso un anno a causa dei ricoveri.
Mita Makoto, il solito ragazzo popolare e compagnone. L'unico che si ritiene "amico" di Youji.
- Shironuma Tetsuo, il bellone glaciale. Youji non lo sopporta a pelle e cerca da sempre di evitarlo.
Okinaga Zenya, il pazzo della scuola e figlio di un ex-mafioso per cui tutti lo evitano.
Kitani Kouhei, ex-mafioso ora "badante" di Zenya e del padre ormai impazzito. Avrei evitato di metterlo (perché non è "romanceabile") ma è anche vero che ha un ruolo importante alla fine.
Oltre a loro ci sono altri personaggi, ma non starei a perder tempo con loro~

Quando Youji ritorna a scuola le cose prendono una strana piega, il succo è che gli vengono le mestruazioni gore sovrannaturali (solo alcuni sembrano vedere lo schifo che si lascia alle spalle dopo i suoi attacchi) e ci metterà un po' a capire che il principale fattore scatenante è Tetsuo.
Oltre ai problemi fisici e psicologici Youji inizia a essere tormentato anche da Zenya e Makoto tende a sclerare sempre di più.
Sulla carta questo gioco ha 6 finali e nonostante l'iniziale confusione ci vuole poco a capire come funziona la cosa.
L'idea non sarebbe male: non ci sono domande ma ogni tanto il tempo si ferma e chiede al giocatore di scegliere se Youji deve reagire in maniera istintiva o riflessiva.
Il problema? Youji è un'ameba e sceglia A o B non cambia nulla, tendenzialmente si comporta sempre nel solito modo e cambiano solo i suoi viaggi mentali.
Ovviamente anche se non c'è un indicatore a vista collezionare tot "blu/riflessivo" o tot "rosso/istintivo" va a determinare come la storia continuerà, in una di paragon/renegade alla Mass Effect.

Scegliere tutti rossi porterà al più rapido finale causato dal fatto che Youji si fida di Zenya, perché questi apparentemente è l'unico a sapere cosa sta succedendo al suo corpo, che lo rinchiuderà nello scantinato di casa e lo stuprerà a morte mentre fanno tanti piccoli "fetini" perché Zenya non è un maschio perfetto.
Il bello è che... Zenya secondo me è il personaggio più interessante *ahahah*
A livello di route è solo un pazzo, ma la sua backstory e il suo rapporto con Kitani meritavano molto di più.
Stringendo: Zenya è figlio di questo boss mafioso il cui fratello era un membro di spicco della setta, perché salvò quel che restava (non chiedete, è meglio -.-) dell'ultimo purosangue.
Dopo un colpo alla testa il padre di Zenya inizia a vedere le schifezze sovrannaturali e va in pensione così può fare il pazzo quanto gli pare.
Kitani, un suo sottoposto, decide di seguirlo e prendersi cura di lui perché è il solito ragazzino con la pessima famiglia che fa a botte anelando alla morte ma poi viene raccolto dal mafioso di turno, bla bla... originalissimo -.-
Per cui Kitani si ritrova in questa situazione folle a badare a due pazzi e assecondare la loro follia senza sapere che non sono propriamente pazzi, ma ci sono i cosini rinnegati da Dio che li comandano.
Non riesco ad apprezzare Sweet Pool anche perché è pieno di errori di continuità, uno è appunto il fatto che viene detto che molto probabilmente il padre rifilò un pezzo di purosangue a Zenya ancora in fasce, quindi divenne un mostro incompleto, ma... ufficialmente il padre inizia a sclerare solo anni dopo quando viene colpito e solo allora inizia a venerare il mozzicone di purosangue > per cui la cosa non torna...?

Scegliendo tutti blu Youji sopravviverà un po' di più, ma finirà nelle grinfie di Makoto, il tipo compagnone che si impone come amico di Youji anche se questo non se lo fila minimamente (ma quanto ho riso quando ho capito che il famigerato finale cannibale era di Makoto? AHAH)
Makoto non sarebbe nemmeno un personaggio completamente orribile, sarebbe il "buono" della situazione ovvero quello che fa amicizia con tutti e nota la solitudine e la mancanza di spirito di sopravvivenza di Youji per cui lo trascina fuori a mangiare, ecc...
Ma essendo un "omegaverse" ovviamente diventa vittima dei feromoni di Youji e inizia a sclerare arrivando a ingannare l'amico e stuprandolo nel laboratorio di chimica, per cui sclerare di brutto e iniziare a mangiarselo per poi (alla morte di Youji) iniziare a mangiare se stesso.

Ne consegue che, per far sopravvivere ancora più a lungo Youji, si debba trovare la giusta armonia tra blu e rosso... oppure no?
Tetsuo ha quattro finali ma generalmente parlando si fanno scegliendo al 90% o rosso o blu, variando solo in un paio di punti: blu quando Zenya chiede un incontro al protagonista (in modo da evitare lo scantinato) e rosso quando Makoto lo aggredisce (in modo da scamparla).
Sopravvivendo agli altri due Youji scoprirà tutta la faccenda dei residui maledetti e il fatto che è un'omeg--- ehm una "femmina" destinata a dar vita a un mostro e che reagisce così a Tetsuo perché sono una coppia pred--- ehm, perché lui è un maschio perfetto e in realtà la setta ha le mani in pasta nella scuola e il loro incontro non è poi così casuale.
Alla fine Youji verrà rapito dal padre di Zenya convinto che se il mozzicone di purosangue si unisce con lui potrà rinascere (scena gore tentacolare?), peccato che Zenya ne abbia le palle piene di questa storia e uccida il padre per poi venir sbudellato da Tetsuo quando questi arriva a salvare Youji.
Kitani arriverà sulla scena solo per trovare i suoi due pazzi preferiti morti o quasi e giurerà vendetta, inseguirà la coppia fino al tetto e qui il finale si divide.
E facciamo finta di non vedere gli errori di continuità, tipo Zenya che non reagisce all'ora tarda o alla musica (anche se sono cose che dovrebbero spingerlo a contorcersi per terra) o la questione delle porte chiuse dai blob di carne che poi però scompaiono magicamente quando serve *cof cof*

La variante del non "true ending" è che Youji e Tetsuo riescono a scappare, anche se feriti, giunti a casa di Youji decidono di copulare *muaa* ma in un caso Kitani arriva in tempo e li uccide, nell'altro arriva tardi e hanno già fatto il bimbetto (Kitani lo vede e perde la testa per lui > però lungi dalla Nitro fare almeno un finale in cui lui e Zenya siano vagamente felici)
Il true ending, che devo chiamare così perché è quello che il gioco considera tale, si divide in due e la seconda variante (il true true ending?) si può fare solo se si è già vista la precedente.
Youji e Tetsuo cadono dal tetto e finiscono in piscina (capito? Perché si chiama Sweet Pool, eh! Roll the credit -.-) e Youji sacrifica la sue celluline maledette per salvare Tetsuo diventando una sorta di fantasma che solo l'altro può vedere.
Mentre nell'altro Youji si sacrifica e svanisce completamente (oppure no? sinceramente la scena post-credit non ha motivo di esistere) e Tetsuo si becca pure l'amnesia selettiva che cancella solo Youji dai suoi ricordi.
Quindi non c'è nessun finale veramente buono, bene...
La Suppy ama i finali negativi ma dopo aver subito ore di contorte descrizioni (ora ne sono convinta: non era pessima la traduzione fanmade sono proprio i testi del gioco che fanno schifo in origine) e cose poco chiare, senza senso, e affini... questo è il finale?
Senza contare che resta il problema di fondo: Youji e Tetsuo si amano davvero o è solo l'equivalente omegaverse di una botta di feromoni?
Il gore poi è completamente superfluo, potreste cancellarlo (insieme a tutto l'aspetto biblico) dalla storia e le cose tornerebbero lo stesso, praticamente diventerebbe davvero un omegaverse -.-

Tirando le somme
Concludo con un'altra mazzata diretta verso la JAST: se completate la gallery e aprite quel menù vi sblocca la solita immagine speciale che ha anche una breve scenetta audio legata alla scoperta (stile premio) e... non hanno messo i sub *ahah*
Alla JAST USA sono dei tali incapaci che il materiale extra l'hanno inserito in un link che compare nel menù principale dopo aver completato la prima partita (riciclando il pulsante della versione giapponese).
Tale link va a un pdf con un po' di cose tradotte in maniera barbina (aka immagine sopra e sotto il testo con la traduzione), vi basta clickare qui per vederlo.

Comunque Sweet Pool non mi è piaciuto per nulla, non si fosse capito.
L'unica cosa positiva che ho da dire su questo gioco (a parte che le illustrazioni si difendono ancora benino) è che il fast skip rende la vita più facile, peccato che sia possibile solo perché la VN è linearissima -.-
Probabilmente allora era una VN particolare e trasgressiva, bella a vedersi e tutto il resto, ma oggigiorno è datata sotto ogni aspetto e la storia ti lascia più che altro perplesso (nemmeno disgustato, proprio perplesso XD)
Sweet Pool a suo tempo non fu un gran successo in patria ed è la VN più corta del parco titoli della Nitro+Chiral (sarà per questo che è la prima a essere uscita?) ma tutto lo amano e tutti lo osannano, allora come oggi, ma io continuo a non capirlo 🤔
Ha delle idee carine e anche innovative, le tematiche sono anche di un certo livello ma è tutto un drammone superficiale e incoerente che si sbriciola se ci si riflette sopra; il resto è ormai diventata la "norma" e non sconvolgono più di tanto.
Se a tutto questo si somma il fatto che la versione Steam è snaturata e che la patch è a pagamento non me la sento proprio di consigliarla a nessuno.
Sapendo che sarà la JAST USA a portare gli altri Nitro+Chiral in inglese (e contando che sono tutte VN un po' datate e atipiche, anche se non ai livelli di Sweet Pool) mi sento di dover già mettere le mani avanti e sconsigliare l'acquisto dei prossimi...


Copyright © La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes & SEO Wordpress Themes 2018