Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

Type-0: How to use

Semplice guida ai comandi del Type-0~ Controlli: Attenzione, vi ricordo che nei giochi giapponesi e sono invertiti ( annulla, conferma). Con l’unico della PSP muoverete i personaggi, mentre i si occupano, come possono, della gestione della telecamera. In combattimento la è la schivata e se tenuto premuto fisso (senza alcuna direzione) attiva la mossa difensiva -varia a seconda delle abilità equipaggiate. In combattimento è l’attacco base (varia a seconda del personaggio) premendolo successivamente sarà possibile fare una combo (lunga a seconda delle abilità equipaggiate) e con le giuste abilità se premuto insieme al attiva altri attacchi specifici. In combattimento è l’attacco secondario, solitamente è una magia ma dipende dal personaggio e delle abilità equipaggiate, premendo e attiverete l’evocazione, quando sbloccata ed equipaggiata. In combattimenti è la mossa “speciale”, consuma un bel po’ di barra, solitamente univoca per ogni personaggio (ad esemp

Type-0: come, quando e perché

Non chiedetemi la patch! In realtà speravo di avere più tempo, o non farlo proprio questo post (ora che è stato annunciato il remake), ma molto genialmente la Square Enix –dopo anni di tira e molla, esce, non esce– ha inviato una vera e propria CD (cease and desist, una lettera di diffida) al gruppo amatoriale che aveva appena completato la traduzione amatoria del Type-0. C’è da dire che tale gruppo era uno dei fautori del Operation Suzaku (l’iniziativa che creò le varie petizioni e martellava dal 2011 le varie sedi Square per avere informazioni sul Type-0) e regolarmente Sky ha fermato i lavori ogni qualvolta sembrava si muovesse qualcosa dal fronte Square, per questo li ci sono voluti tre anni per completare la patch. Inutile dire che minacciare per vie legali un fan sia stata una mossa impopolare quanto stupida sia perché la legittimità di tale minaccia è dovuta all’uscita del remake HD (ed eventuali perdite su di esso) che però, uscendo su home console e non sulla PSV,

Master Mosquiton, recensione dei primi due volumi

Perché recensire i primi due senza aspettare che la serie sia conclusa? (In fondo solo solo 4 volumi e la Magic sembra essere alquanto rapida e regolare con le uscite) Semplice, leggete e capirete~ Mo-chan In italia lo vedemmo per la prima volta nell’anime night di MTV (si potrebbe dire nell’epoca d’oro di tale serata) , i 6 episodi rallegrarono le serate del Maggio-Giugno 2000 (più ovviamente qualche replica in qua e in là, anche su altri canali, se ben ricordo) . Ci mostrarono l’assurda vita di una rossa fissata coi manufatti antichi e del povero vampiro (con servitori al seguito) che aveva schiavizzato per lo scopo. Era un mix di combattimenti, una dose alquanto blanda di fanservice, gag e una trama falsamente storica ambientata negli anni 20 con una spruzzata di fantasy, nella sua assurdità conquistò il cuore di tutti gli otaku dell’epoca anche se il finale rimase alquanto indigesto a molti. Allora si videro bene ad accennare che in realtà si trattava di sei OAV (anche

Child of Light, un piccolo viaggio onirico

Eccomi qui a parlare di una piccola e quanto mai insapettata perla dell ubisoft, uno di quei rarissi casi in cui mi sono pentita di non aver seguito l’istinto e aver preso l’economicissima deluxe edition di un gioco di cui non sapevo un emerito accidenti. Avrei dovuto ma alla fine, quasi per caso, mi sono ritrovata con la limited per psv e nulla mi vieta in futuro di accaparrarmi con un’altro 20ino la version PC (davvero l’unica cosa che manca alla deluxe è una pvc e sarebbe l’edizione da collezione che chiunque sognerebbe) . Cos’è? Child of Light è un gioco sviluppato da un piccolo team “sperimentale” della Ubisoft Montreal, e sinceramente mi è sembrato legittimo dubitare sulla bontà di un gioco “sperimentale” uscito dalla casa di Assassin’s Creed per di più a un prezzo budget e con l’engine di Rayman, così anche se mi ispirava ho preferito saperne di più. Child of Light è un onirico e facile platform rpg con un sistema di combattimento in tempo reale misto turni che però si fe