Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2012

El Shaddai - Fast Comment dei primi 5 minuti

Nota: Si tratta del mio primo "rapidevole" commento a questo gioco, che oggi mi sono aggiudicata a 29€ dopo quasi un anno che lo puntavo. Ho dovuto staccare per organizzarmi per domani e così... perché non esternare la follia del momento? (in fondo il mondo ha detto qualcosa su 'sto maledetto gioco perché io no!?) Elsha ( El Shaddai: Ascension of the Metatron ) è un gioco malato, fottutamente malato, ma la cui cover attirò il mio sguardo durante il vagare senza meta dell'area games di Lucca Comics 2011. Allora c'era una buon'anima che aveva capito tutto del mondo e vista la particolarità del gioco lo vendeva a 40€ ma la sottoscritta non era tanto sicura e di soldi ne aveva sputtanati già abbastanza. Da quel fatidico giorno è iniziata un epopea senza fine, con tanto di terrore quando me lo vidi a 74€ nuovo. In questi giorni ero alla ricerca di un "regalino" da farmi per la fine del corso di editoria, invero avevo stanziato i 40€ per il teatrin

Catherine - Recensione e Segreti

Nota: quanto segue è prima una breve recensione/spiegazione del suddetto gioco poi una raccolta di informazioni e segreti, in breve spoiler. E'... venuta una bella pappardella lunga... Catherine giunto il 10 Febbraio in Italia, il distributore EU è stato DeepSilver. (circa 60€) Cos’è? Un maledetto videogioco per xbox e ps3 (grazie a dio senza dlc) della Atlus , esperimento che fonde una specie di visual novel / social link alla persona (ennemila scelte che influenzano il rapporto con gli altri) con un fastidioso puzzle game a cubotti. Uscito a Febbraio 2012 è uno dei pochi giochi che la sottoscritta abbia mai comprato al day one, no aspetta è più importante dire che l’ho finito in così poco tempo (solitamente passanno anni, se mai mi vien voglia di finirlo) . Tempo finale di gioco: 70h, Rapunzel e Babel fatto, Oro a tutti i normal stage e tanto sudore (i walk sono per gli sfigati!) . Versione provata: Ps3 (tanto per la cronaca per xbox c’è un maledetto mod save che

The Innocent, svegliati!

Eccoci finalmente qua a parlare di quello che è forse il manga più criticato della storia, ma di certo il più criticato volume unico , The Innocent un manga a 2 mani e mezzo. Vorrei mettere in chiaro una cosa, prima di leggerlo e scrivere questa recensioncina, non ho letto uno solo dei ocmmenti/critiche che girano su questo manga, in modo da dare il mio contributo in maniera “oggettiva” invece di una serie “come ha detto tizio, come pensava caio”. *inchino* Buona lettura. 2 mani e mezzo e tanta voglia di crescere Partiamo parlando dagli autori di questo corposo volumetto: la storia originale è di Avi Arad , poco jappico come nome, vero? Vi sa di già sentito? Infatti è il produttore di gran parte dei film Marvel degli ultimi anni (gli X-men, Blade II, Thor, ecc...) e a detta sua non è solo un israeliano amante dei comic ‘mericani ma adora anche i manga ed era ben felice che questa sua storia originale venisse adattata in manga; Jun’ichi Fujisaku (yap, è scritto bene) ha scri