Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

Natsuyuki Rendezvous

Premessa: Per caso mi è stato fatto un riassunto delle serie anime appena finite, per intenderci quelle primaverili estive jp, e così dopo secoli ho deciso di guardarmi qualcosa dall’inizio alla fine (in fondo si tratta di 12 episodi in media) nonostante abbia generalmente chiuso con gli anime. Come si capisce dal titolo il primo che ho finito è Natsuyuki Rendezvous , by Sarualandia che fortunatamente han fatto il torrent pack così è venuta giù tutta insieme e alla svelta. Ad essere proprio sincerissimi avevo scaricato completamente Chouyaku Hyakunin Isshu: Uta Koi by Nostrano, dopo aver pure chiesto in giro quale gruppo l’avesse fatto meglio (anche se la risposta è stata “guardatelo in inglese, in ita non c’è una versione veramente ben fatta”) mi sono trovata per le mani un fansub che ometteva tutti i titoli onorifici (non che sia una gran tragedia saltare i “-sama” e compagnia) e metteva i nomi quando era evidente che venivano chiamati “fratellone” “sorella” ecc... (ben più f

Sengoku Basara 3 tra manga e videogame

*trillo* *la suppy si stiracchia* - che c'è? *sfavatissima* - hai intenzione di finire Basara Roar of Dragon? - ma scherzi? E' tradotto coi piedi, editato a bischero, con le note copiate dalla j-pop e poi è Planet! - ah, ok, ma avevi detto che facevi la recensione, non hai davvero nulla? - urgh, ho smesso di comprarlo al primo vol... aspetta *spippola sul cell e cerca la nota* "Basara, traduzione legnosa e fallata, nomi invertiti (vedi dp ch2), pregevole seconda coperta pg a colori e nn pub, 4 font diversi x masamune (2 originali ma damn riutilizza quello bastone anke te se agisci sulla frase! Sn nn hai i diritti copincolla!), un po' di onomatopee trad a biskero (ma er bordino?), ricostruzione tavole tarocca, interlinea salvami tu, confronto jpop, confronto anime" Questo accadeva secoli fa, più o meno a Maggio quando uscì il primo volume Planet (che lessi e droppai incazzata). Durante l'estate, fino ad oggi, la fortuna volle che trovassi il Devil K

La rinascita delle Principesse Vampiro

Rieccoci a parlare di Princess Vampire Miyu e derivazioni, in realtà si tratta più che altro del fumetto recentemente edito da Planet Manga non che ultimo della serie. Capita un po’ a tutti (o almeno credo) di sentir parlare di una cosa per tanti anni ma per disinteresse o altri motivi suddetta cosa non viene mai vista e toccata con mano, per me Miyu è una cosa del genere, quando si affacciò nel BelPaese la prima volta ero troppo piccola e disinteressata per pensare anche solo di guardarmi la serie, o gli OAV, o comprarmi il manga della PlayPress. Ad essere sinceri tutti quei manga che ho comprato per sentito dire o fama mi han fatto abbastanza schifo (grazie a dio Miyu non batte l’atrocità della Kaori, centuplicata dal fannismo insensato che scatena) . Miyu non mi è piaciuto e non è per un fatto di disegni (vecchi o nuovi) ma principalmente di trama. Ho deciso di accantonare definitivamente la prima serie di Miyu (la Princess senza Shin, di 15 volumi) perché non potevo toller

San Marino Anime Festival

(- Suppy ma le recensioni? - chiese perplessa la sua coscenza - prossimamente, ora mi torna più comodo rivogare le news - rispose la pigrona) Ma questa volta è una bella news, anche se riguarda un posto un po' scomodo, almeno a me San Marino non è propriamente comodo, totalmente incentrato sul mondo dell'animazione del sol levante. Nonostante al momento il sito ufficiale sia decisamente spoglio, la pagina fb ha già dato parecchie news sulla prima edizione di un evento "jappico" ricco di attrattive, si tratta del San Marino Anime Festival che si terrà nella repubblica di san marino nei primi di dicembre (dal 7 al 9). Il motivo per cui mi sono soffermata inizialmente sulla locandina è a causa del primo quadrotto, ovvero la presenza dell'Ali Project, non che li adori (le canzoni sono carucce e strane ma... mi paiono sempre tutte uguali, vedi la sigla di Another e Rozen Maiden) ma avere un concertino jappico, per quanto maltrattato (tipo quello delle Kalafina) in

Bakuman Contest! Ancora mangaka all'italiana

Strano ma vero, sarà che "rivogare" news è più rapido che recensire (contro voglia) ma ancora una volta parlo di fumetti stile manga e di autori italiani. Era già da un po' che la Planet sventolava questo generico Bakuman Contest, e in effetti la news che sto per riportare è di 10 giorni fa ma d'altro canto questo non è un argomento "ufficiale" del blog. C'è anche da dire che io darò anche la news in ritardo in questi lidi, ma mamma Planet non si è sprecata a dar tempo agli aspiranti mangaka visto che ufficialmente ha dato i termini il 4 Ottobre con consegna il 17 (ma nel senso che il 17 devono già essere da loro, quindi pregate le poste gente !! O.o) Ma prima di finire di parlare di questo contest segnalo anche l'uscita di un fumetto edito da Planet in stile vamp-manga 100% italiano, Rigel – Interlunium (che a quanto pare io ho in edizione normal in casella da un paio di settimane visto che costa 9.90 ma non ho ben capito cosa di preciso abbia

L'ennesima riprova di quanto sia malato il mondo editoriale italiano

Questo post consideratelo un bonus, in realtà dovevo parlare di tutt'altro (tipo Zero Escape :P), e che ci crediate o no torno a parlare di "mangaka italiani" . Non è un mistero che non sia in ottimi rapporti con quella categoria (pensate che non abbia notato dove è linkato il best post di questo blog? Ma fate un po' come vi pare) e non accadrà mai che definisca "fumetto" qualcosa che pare il plagio povero del manga preferito dell'autrice di turno, figuriamoci spingere per la pubblicazione. Ma per oggi sotterriamo l'ascia di guerra per ribadire quanto sia malato il mondo editoriale italiano, mercato in cui viene scaricata una quantità industriale di robaccia (non sono una statista ma probabilmente in europa siamo i più grandi stampatori di carta da macero...) e in cui è possibile letterlamente aprire una microbica casa editrice (o spacciarsi per una di esse), stampare qualche libro, e sparire dalla faccia della terra senza pagare nessuno dallo