Ultimi Post

domenica 20 marzo 2016

Please, don't be so JappoMinkia

Please, don’t be so “jappominkia” è una nuova rubrica a cadenza random il cui scopo lo si dovrebbe intuire già dal titolo.
In realtà non sono una patita del termine jappominkia (ho vissuto la sua origine, anzi l'origine del "giappominkia" a voler esser precisi...) però è comunque efficace e va dritto al punto, quindi per questa volta me ne avvalo.
Non ho alcuna velleità da maestrina, la mia parola non è insindacabile (a questo mondo esistono tante versioni e sfaccettature diverse della solita cosa) e non sono il Dio degli Otaku italiani, però c’è tanta disinformazione -molta più di quanto mi aspettassi visto che siamo un piccolo gruppo- e quindi ho deciso di dare inizio ad una piccola iniziativa personale fatta un po’ meglio rispetto alle vecchie guide cazzare.

Inizialmente mi appoggerò a un libro che mi hanno regalato, più per un fatto di organizzazione che di contenuti, e questo post farà da indice generale *fufu*
Tutto chiaro? Bene, iniziamo!


Indice
Lesson 1: Un po’ di storia
- Part 1: il minimo indispensabile
- Part 2: perché il Sengoku è bello, ma non solo quello
- Part 3: come siamo arrivati agli scarabocchi
- Part 4: non siamo americani, geisha != zoccola
- Part 5: due parole sulle religioni

Lesson 2: Uno sguardo al passato per capire il futuro
- Part 1: prima del manga c’era...
- Part 2: “ochakai” non "occhiali"
- Part 3: kabuki, ikebana & zen

Lesson 3: La tradizione non è tutto
- Part 1: prossimamente (?)


p.s. l’inglese (opinabile e random) presente qui serve solo a dare un po’ di verve al post, insomma “fa figo” [cit.] > questo non è un corso universitario di cultura giapponese, quindi che volete da me!?

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes