Top Menu

[Angolo degli Acquisti] MangaGamer & Lux Itineris

Come promesso ecco qui la "recensione" sui miei acquisti import di dicembre.
Ho deciso di fare questa cosa perché ho notato che ci sono ancora molte persone che non si fidano, o non sono in grado, di importare come "privati cittadini" e preferiscono affidarsi a negozi di fiducia o rivenditori online italiani.
Il problema è che il mondo è pieno di gente che ci lucra sopra e materiale tarocco venduto sia come tale che non (con ovvi prezzi da urlo).
Esempio: per molto tempo l'unica fumetteria vicino casa mia ad avere un po' di gadget generalmente non vendeva bootleg (e quanto capitava, probabilmente, era all'insaputa del proprietario) ma nonostante ciò il tipo aveva il pessimo vizio di aprire tutte le confezioni, buttarle via e montare le figure un po' a casaccio o perdendosi proprio per la strada i piedistalli -non proprio il massimo per un collezionista.
Per quanto ne so tutt'ora la fumetteria più rifornita della regione è piena zeppa di roba taroccata venduta, per lo meno, per pochi euro ma tenuta pure in uno scantinato in cui ci piove *ahah*
Non dico che le fumetterie siano inaffidabili, ma spesso e volentieri sono i primi a farsi fregare o a fregare la clientela, e nel "farsi fregare" includo anche quelle fumetterie che, poverine, si appoggiano ai distributori ufficiali che usano di solito (tipo la Pan) ritrovandosi ad avere prezzi non concorrenziali perché il distributore ci lucra largamente sopra, e magari varia anche i prezzi a seconda di cosa tiri in quel momento (prima ancora che le fumetterie stesse lo facciano).
Resta poi il problema che molte cose non si trovano in Italia, perché troppo di nicchia o costose, e l'unica è ricorrere all'importazione.
Molto probabilmente questo mio post non servirà a molto, non sto facendo una lista di negozi affidabili (secondo me) e parlerò di cose decisamente di nicchia (in un caso non si tratta nemmeno di un vero venditore, ma più che altro di un gruppo di fan) ma... ho questo per le mani al momento e magari continuerò a fare post di questo genere per gli acquisti futuri (tanto lo so che chiunque sia interessato a questo genere di post aspetti a gran gloria che parli di Mandarake o PlayAsia)

Gli oggetti in esame
Durante i saldi del Black Friday ho comprato un paio di cose dallo store ufficiale MangaGamer, principalmente per vedere come fossero fatte le loro edizioni fisiche, visto che distribuiscono gran parte del loro catalogo solo digital e fanno una versione fisica solo per motivi particolari (come in questo caso: il primo Otome e il primo BL) o su richiesta, tipo come premio di qualche Kickstart.
L'altra cosa che è arrivata è un artbook fatto dai fan di Final Fantasy di tutto il mondo (compresi italiani, motivo per cui l'ho preso) pre-ordinato mesi fa, ma che è stato completato e spedito a dicembre.
Avevo previsto che l'artbook non sarebbe mai arrivato per Natale, ma d'altro canto nessuno dei due pacchi era un regalo di Natale; non mi aspettavo, invece, che anche l'altro finisse con l'arrivare praticamente ad anno nuovo.
Come al solito la colpa è solo e unicamente delle Poste Italiane.
Chi mi segue lo sa che non sono in buoni termini con le Poste e, per quanto ne so, nessuno lo è (*cof cof* salvo forse i milanesi *cof*)
Nel mio specifico caso si tratta di un mix di postini pigri che non consegnano i pacchi, ma vengono direttamente con l'avviso di giacenza, pessimi uffici postali (e pensare che sto accanto al magazzino per cui spesso e volentieri vado direttamente lì a recuperare i pacchi, evitandomi la coda) e pessime esperienze passate.
La prima volta che mi sono fatta spedire qualcosa dal Giappone, circa 10 anni fa, tramite amazon.jp, il pacco è arrivato in 3 giorni in Italia ed è rimasto quasi un mese fermo, arrivandomi poi completamente distrutto (non c'erano più 2 lati ed era zuppo) e i volumi si sono salvati solo grazie al triplo strato di pluriball fatto dai giapponesi...

Lunga vita alle Poste
Come accennato il pacco col Lux è stato spedito a dicembre perché tutte le parti non erano pronte prima, è partito il 13 ed è arrivato oggi (lett. questa mattina), questo è il principale motivo per cui ho ritardato il post.
L'altro pacco è stato spedito a novembre, è arrivato in Italia dopo pochi giorni ma, da quanto ho appreso dalla documentazione allegata al pacco, fino al 15 non è stato analizzato dalla dogana.
Nonostante ciò il pacco non è stato consegnato fino al 30 dicembre, nonostante fosse facile ritenerlo (in teoria) un regalo di Natale.
Quello è il meno, ovviamente aspettare mi ha roso il fegato, ma nulla in confronto a quando sono andata a ritirarlo e mi hanno spillato più di 13€ di sdoganamento.
L'ironia non sta solo nel farmi pagare lo sdoganamento, dopo dei tempi biblici di consegna, ma il fatto che mi hanno pelato 13€ per un pacco il cui valore era 26€, per cui hanno rincarato del 50%!
La cosa mi sembrava strana, da quando in qua c'è qualcosa con l'IVA al 50%? Così ho scartabellato tra le varie carte e ho scoperto che in realtà solo 6€ erano di oneri doganali e, ancora più ridicolo, più di 7€ erano per l'eccelso servizio tanto ben profuso dai cari dipendenti delle Poste...
Insomma, ho pagato il 50% in più e gran parte di quell'extra era di "servizio", servizio così eccelso che ci ha messo più di un mese a consegnarmi il pacco, che in realtà sono andata a prendere a mano, perché il mio postino non consegna un tubo -.-
Sinceramente non ho capito il perché questa idiozia, a quanto mi risultava sotto i 45€ generalmente evitano di tassare i pacchi e soprattutto, perché mai prendersi il disturbo in un periodo dell'anno già oberato di lavoro? Altro che Grinch.
Per assurdo il Lux non l'ho dovuto sdoganare, nonostante il valore nettamente superiore *sospiro*

"Imballaggio"
Entrambi i pacchetti sono arrivati in buone condizioni, nonostante le Poste abbiano fatto di tutto per tenerli a strascico il più a lungo possibile *cof cof*
Il pacchetto del MangaGamer era decisamente quello meno curato: pacchetto di piccole dimensioni (preciso per far entrare solo dei dvd) senza ulteriori protezioni oltre al mero cartone della scatola.
L'unica cosa danneggiata, per così dire (si tratta giusto della plastica del custodia stropicciata), era il fronte di Ozmafia, ma ciò è dovuto a un errore nell'impacchettamento più che a danneggiamenti durante il trasporto -alla fine un pacchetto così pigiato e rigido è risultato essere resistente quanto un mattone.
Il fatto è che, come dicevo, il pacchetto era sagomato per contenere 3 custodie da dvd incastrate alla perfezione, ma Ozmafia aveva anche le spillette in regalo che hanno finito col premere sulla custodia stessa.
Niente di grave, ma non mi ha fatto impazzire come abbiano gestito la cosa visto che comunque sapevano di doverlo spedire dall'altra parte dell'oceano e li avevo contattati appositamente per avvertirli delle Poste, oltre a chiedere se c'erano le spillette in regalo (di fatto non mi hanno mai risposto su quest'ultima questione).
Il pacchetto del Lux era decisamente fatto meglio, soprattutto considerando che a differenza del MangaGamer non sono un'azienda ma un gruppo di fan: busta imbottita con all'interno i gadget imbustati singolarmente, compreso l'omaggio dolciario.
La cosa più apprezzabile era l'artbook, imbustato con un aggiuntivo strato di pluriball e protetto con due pezzi cartoncino (il che è servito visto che quello era tutto ammaccato, mentre l'artbook non ha una piega) il tutto chiuso con uno degli scotch fatti da loro > insomma si vede che ci tenevano e hanno curato il pacchetto nei minimi dettagli.

Uno strano gruppo
Nel pacco del MangaGamer c'era Ozmafia e la versione "limited" di No Thank You!, per cui un otome e un BL (strana coppia).
L'edizione fisica di Ozmafia (39,95$) è alquanto standard, la classica custodia da dvd con dentro un disco e un foglio col codice per riscattare il gioco su Steam.
In realtà ultimamente i giochi per pc venduti fisicamente, anche nei negozi italiani, hanno solo un foglietto e qualche extra, ma non più il disco - come cambiano i tempi XD
Il fatto che fosse presente anche il disco è uno dei motivi per cui l'ho comprato, nonostante non fosse particolarmente economico, perché di fatto mi dava la possibilità di avere una copia extra da prestare.
MangaGamer non fa mai grandi sconti su Steam, a differenza di tutti gli altri, per cui tanto valeva prendere la versione fisica col 20% di sconto perché tanto, anche sotto i saldi, la versione digitale non sarebbe venuta a costare tanto meno.
La grafica della copertina, come prevedibile, sembra quasi una cosa fan made (anche il foglio col codice sembra poco professionale) e sul lato interno ha una sorta di stampa a poster; l'interno della custodia è satinato ed è la prima volta che vedo una cosa simile (in compenso da un effetto carino col poster dietro).
Insieme al gioco c'era anche un set di 6 spillette coi protagonisti di Ozmafia, un extra per la "prima edizione" del gioco; non mi hanno risposto al riguardo per cui suppongo che siano praticamente sempre comprese (dubito che finiranno tanto presto la prima mandata di copie fisiche di Ozmafia) e le spillette non finiranno prima perché tengono delle copie a parte rispetto al merchandising che portano in fiera... suppongo?

La versione fisica di No Thank You (49,95$) è già più degna di essere definita "limited edition" visto che comprende il gioco (essendo prettamente R-18 non è presente su Steam, per cui esiste solo questa versione o quella digitale da scaricare dal sito dei MangaGamer), la OST e un mini-artbook, il tutto dentro un cofanetto.
La prima nota dolente è proprio il cofanetto che è di semplice carta spessa, più che cartoncino, per certi versi ricorda molto i cofanetti di RGVeda della Magic, ma per lo meno graficamente sembra più professionale della cover di Ozmafia (forse in questo caso avevano già una base giapponese?)
Il gioco e la OST stanno in due distinte custodie con illustrazioni differenti (una è l'art ufficiale e l'altra è la schermata che compare quando completi tutte le route, usata anche come mini-poster) e, come in Ozmafia, mini-poster interno coperto dal solito effetto satinato della custodia.
Il mini-artbook, come lo chiama il sito, in realtà contiene per circa la metà delle pagine le mini-novel sequel delle varie route e una manciata di 4-koma; le illustrazioni interne sono tutte inedite o quasi, non hanno riciclato CG o le art promozionali (o per lo meno non quelle usate da noi) ed è in brossura con carta patinata e una cover alquanto rigida -non è affatto male.
Come accennato appena avrò il tempo tradurrò sia la novel che i fumetti e li condividerò qui sul blog.

30 anni di Final Fantasy
Il Lux Itineris è un progetto nato dalla volontà di alcuni fan di festeggiare a modo loro l'anniversario della serie con un artbook composto da illustrazioni di svariati autori.
L'artbook è in brossura con carta patinata in formato A4, la qualità della stampa non è male e la cover ha le lettere dorate.
All'interno le illustrazioni sono divise per capitolo (compresi anche extra come il Tactics o il Type-0) e talvolta sono correlate dal commento degli autori.
Il volume si conclude con la lista di tutti gli autori e organizzatori del progetto, col loro commento e recapito, oltre ai ringraziamenti finali per coloro che hanno comprato il volume.
La particolarità del Lux è che, oltre ad aver prodotto un artbook bello corposo, hanno fatto anche un po' di gadgettistica.
Visto che c'ero, e le spese di spedizione non variavano, ho preso il bundle più costo che comprendeva: il portachiavi col Carbuncle e quello con Rydia, la spilletta dorata col Moguri-posta, i washitape (nastro adesivo decorato) coi moguri e uno coi chocobo, oltre a un set di 6 adesivi.
I portachiavi sono quelli classici double-face in plastica trasparente, son pure belli grandini ma più piatti e meno lucidi di quelli solitamente venduti dai disegnatori "indie" oltre ad avere palesemente dei difetti di fabbricazione (anche fin troppo gravi secondo me...).
La spilletta è adorabile e anch'essa grande, oltre a essere applicata su un cartoncino con una stampa tipo lettera.
I washitape hanno un effetto brilluccicante, i moguri hanno tipo delle stelline argentate e i chocobo le impronte dorate, ed è quasi un peccato usarli.
Per finire ci sono gli adesivi, in cui abbiamo Vivi (piromane), un tris di mascotte (chocobo, moguri e cait sith), la boy band del XV, Aerith/Aeris, Balthier con Fran e, infine, uno con Terra.
Oltre a un pacchettino di caramelle frizzanti e il mini Twix, che sono già spariti *cof cof*
Ammetto di non aver ben compreso cosa faranno in futuro, perché dopo il preorder iniziale hanno fatto una seconda infornata di artbook (con un gadget random in allegato), che però si è conclusa di recente, e che a quanto pare è l'ultima per cui non ristamperanno volumi e/o gadget e l'unico modo per averlo sarà attraverso i giveaway e gli eventi indetti dagli autori...? O così mi è parso di aver capito.

Tirando le somme
La parte sul Lux è alquanto inutile, lo so, molto probabilmente non è nemmeno più acquistabile *eheh* > però posso assicurarvi che come shop online tictail fa davvero pena, io non lo userei mai per vendere le cose che faccio *cof cof*
Invece, per quanto riguarda il MangaGamer, non so bene come sbilanciarmi perché sono stati carini e disponibili ma solo lo stretto necessario, il pacco non era il massimo e il suo contenuto aveva una qualità quasi amatoriale.
Ok, non sono una grande azienda, ma è un po' come se i volumi italiani editi dalla Cosmo sembrassero stampati e assemblati nel garage di un amico...
Esistono ormai da anni e sì, è vero, fanno principalmente hentai low-cost e solo negli ultimi anni hanno cercato di fare un salto di qualità, ma ci sono giochi indie finanziati con Kickstarter con confezioni più gradevoli -.-
Contando poi che non è economicamente vantaggioso farseli spedire fin qua il mio spassionato consiglio è di evitare di comprare le versioni fisiche dei loro giochi, se vi piace qualcosa di quello che fanno compratelo digital e, quando possibile, la versione steam > è scomodo eventualmente scaricare la patch uncensored, ma nell'eventualità che i MangaGamer chiudessero i battenti avreste maggiori possibilità di poterlo giocare in futuro sulla piattaforma Valve, invece che da un sito che sparirebbe dalla circolazione il giorno dopo la chiusura della ditta *cof cof*
Resta il fatto che se faranno una versione fisica di Room la comprerò, lo stesso se dovesse capitare per Hadaka o qualche altro otome, ma continuerò a prenderli unicamente sotto i saldi e più che altro per un fatto di collezione e per supportare gli sviluppatori che si operano nel tradurre le visual novel giapponesi (che ora sono una cosa relativamente comune, ma fino a qualche anno fa era impensabile).


Copyright © La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes & SEO Wordpress Themes 2018