Ultimi Post

lunedì 3 ottobre 2011

ATLUS COM’E’ CHE ORA SEI TU LA MIA CROCE??!

Qualche tempo fa feci incetta dei gioci atlus per psp, principalmente per evitare di rodermi l’anima aspettando Catherine in italiano (già stiamo parlando di quest’estate).
Avevo già provato P3P (persona 3 portable) di cui scrissi anche qualcosa tanto per ribadire il fatto che la grafica più a grafic novel mi era piaciuta, come l’introduzione di un protagonista femminile (ovviamente ho fatto lei fufu).
Il Portable poi è davvero facilissimo se si confronta al primo Persona 3, talmente assurdo che la versione “rivistata e facilitata” è arrivata pure in Italia (ovviamente in inglese, by Atlus non credo ci sia nulla in italiano salvo forse Catherine, se mai uscirà).
Subito dopo il P3P avevo fatto lo sforzo di giocare al primo Persona ributtato su PSP, esperienza allucinante, non tanto per le sprite o la grafica old style in generale ma perchè non si erano sprecati minimamente e rendere per lo meno più gradevoli i dialoghi (incastrati in una finestrella antiestetica, scritti in verde fosforescente con iconcine orribili) così dopo poco avevo rinunciato (sono davvero molto combattuta su se provare o meno P2 appena uscito per PSP).
Non sono una da comprare giochi solo per fiducia negli sviluppatori (sarebbe meglio usare il passato, maledetta suppy ora sei una venduta del cavolo) però devo ammettere che diverse “atlussate” per DS o PSP mi ispiravano così ho voluto provarle, all’incirca la lista completa delle cose in mio possesso è la seguente:
- Persona 3 Portable [PSP]
- Persona 1 [PSP]
- Persona 2 [PSP]
- Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked [DS]
- Shin Megami Tensei: Devil Survivor [DS]
- Radiant Historia [DS]
- Knights in the Nightmare [PSP e DS]
- Etrian Odyssey III [DS]
- Hexyz Force [PSP]
- Kenka Bancho: Badass Rumble [PSP] (di questo la recensione è andata persa, lo finii poco prima di Settembre, è carino nonostante ucciderei a vista chi lo definisce il GTA jappo)
- Crimson Gem Saga [DS e Ipod]
- My World, My Way [DS]
- Yggdra Union [PSP]
- Trauma Center Series [DS only]
- Monster Kingdom Jewel Summoner
Sigh quanto vorrei Baroque e Eternal Poison >.<

Monster Kingdom Jewel Summoner è quello che al momento mi ha stranamente preso, nonostante l’iniziale diffidenza (ahah) è un RPG abbastanza sfigato uscito per PSP, mai arrivato PAL credo (O.o) ho anche l’orrendo sentore che sia stato il primo Atlus per PSP (arrivato per lo meno in America) basti pensare che è antecedente a P4 per non avere troppe pretese.
Al momento non l’ho finito, mi mancano tipo 2-3 missioncine ma la psp ha deciso di non collaborare (dopo aver perso 1 ora di gioco solo perchè si deve incriccare ho seri problemi a riprenderla in mano senza sbatterla per terra violentemente).
Il nome è decisamente abnorme “Monster Kingdom Jewel Summoner” ma riassume il fulcro del gioco, comunque prima di partire a flagellarlo devo dire che comunque, secondo me, merita davvero.
Ambientazione fantasy, nonostante non ci siano strani esseri con le orecchie lunghe e gente con grosse spade, il mondo ruota intorno ai Jewel, gemme in cui sono racchiuse l’essenze dei mostri creature che un tempo vivevano in armonia finchè non avvenne il “Grande Disastro” e successivamente gli umani decisero di dar loro la caccia e rinchiuderli nelle gemme in modo da potersi servire di loro (ricorda un pò pokemon, ci sono pure le evoluzioni anche se nel pokedex ci stanno solo 111 mostri XD).
Le gemme vengono usate principalmente in 2 modi: dagli evocatori addestrati dall’Ordine, che beh... li evocano e combattono i mostrilli cattivi (ma quanto sono brutti gli Abomini); oppure come fonte di energia (anche se così il mostro racchiuso al suo interno fa una brutta fine).
Il protagonista è Vice il bel tenebroso taciturno di turno (che se ne va in giro a petto scoperto attorcigliandosi addosso sciarpe nere, ma va beh...) un cacciatore, ovvero una persona che ammazza mostri su commissione, dal particolare talento di evocazione (nonostante nessuno gliel’abbia insegnato) che sembra essere alla ricerca di un particolare abominio alato (qualcuno dovrebbe dirglielo che il 90% dei boss ha le alucce -.-) [spoiler] colui che ha amabilmente ucciso sua madre, che si scoprirà essere una Maestra dell’Ordine scappata con la gemma che usate a all’inizio [/spoiler].
Dopo pochi minuti comunque finireti imbrigliati nell’Ordine e perderete la vostra gemma ultra figa per diventare un evocatore sexy e taciturno con il vostro gruppetto (cof cof).
Non mi va di spoilerare troppo la trama, anche perchè è davvero interessante (con diversi colpi di scena o comunque belle rivelazioni) anche se a causa di uno dei difetti (vedi dopo) risulta un pò troppo annacquata nelle ore di gioco.
Per essere del 2007 ha una gran bella grafica sia 3D che 2D, ma nonostante all’inizio fosse stato spacciato per il primo di una lunga serie beh... ufficialmente non esiste un Monster Kingdom 2 anche se diversi giochi in cui la Gaia ha avuto a che fare hanno elementi in comune con questa serie (vedi Folklore [PS3] il cui titolo iniziale era appunto Monster Kingdom: Unknown Realms e Coded Soul).
Il video iniziale pre menù probabilmente farà storcere il naso, ma il logo è bellissimo e i personaggi, i mostri e i dungeon sono davvero belli.
Un pò come P3P il gioco fonde 2D e 3D, mentre l’esplorazione e i combattimenti sono totalmente in 3D le città, i negozi e i dialoghi sono in 2D, tutto sommato i fondali sono carini mentre il chara ancora oggi mi lascia perplessa (e fu uno dei motivi per cui sulle prime smisi dopo un ora).

Bene ora basta girarci intorno e parliamo dei difetti:
Lo stile semi occidentaleggiante delle art in generale mi ha fatto storcere il naso, non è sgradevole ma non mi piace gran che (avrei preferito una cosa alla Persona, ma infondo l’Atlus ci ha solo messo i soldi) ogni tanto mi sembra anche un pò spoporzionato, il tratto è troppo spesso e comunque il volto di Vice con quel ciuffo è antiestetico.
I dialoghi sono una vera piaga, sono spesso lunghi e consecutivi (alcuni pure lenti a caricare), tanto che hanno messo il pulsante “avanti veloce” manco fosse un Otome.
Certo sotto alcuni punti di vista sono fatti davvero bene, ma sono davvero troppi forse a causa dell’eccessivo cast (nessuno sentive però il bisogno di subire ogni pensiero passasse per la testa agli altri membri del party) e spesso sfiorano il ridicolo e creano anche una lieve forzatura (ci sono momenti in cui per 5 volte di seguito dai far partire differenti dialoghi che parlano di come uscire da una maledetta cella quando la soluzione è ovvia, oppure gente che esclama l’ovvio e rincara la dose, oppure evidenti rivelazioni iniziali sull'età di alcuni che restano lì a lambire per mezza partita mentre tu giocatore ti rodi).
Spesso è stato associato a pokemon, nonostante io tutta ‘sta somiglianza non c’è la veda, certo vai a giro e incontri mostri che puoi incastonare nelle gemme (previo semi azzeramento degli HP, anzi LP [life point]) ed hai una lista stile pokedex con tanto di profilino, ok i mostrilli si evolvono (se li fondi con determinate gemme) però... insomma pokemon è molto più idiota e per bimbetti -.-.
Gli scontri sono classicamente casuali, anche se forse ridurli un pò non avrebbe fatto schifo anche perchè in certe aree becchi sempre la stessa tripletta per mille volte di fila (argh!!) inoltre è orribile l’effetto “2 schermi” con cui vengono gestiti, certo così puoi ammirare per bene la grafica dei mostri perchè li vedi da vicino ma sinceramente vedre un leone che azzanna l’aria e dopo diversi secondi dal’altra parte l’avversario capitola è un pò ridicolo, con le magie è meglio ma comunque potevano farlo meglio -.-.
Inoltre, anche se è ben fatta la visualizzazione dei danni (ti da pure la %), a causa dello schermo diviso a volte ti perdi gli effetti su taluni mostri se usi magie ad area.
Gli elementi sono davvero troppi (per di più divisi tra luce e ombra, che sono a loro volta 2 elementi) tanto che spesso ti confondi tra acqua [blu] e ghiaccio [celeste] (l’acqua batte il fuoco, ma il fuoco annienta il ghiaccio) e quindi spesso vai un pò a sentimento (ahah) quando c’hai preso la mano gli scontri diventano tranquilli anche se un pò ripetitivi.

I pregi invece sono all’incirca i seguenti:
Come ho già detto la trama è simpatica e nonostante i dialoghi a volte siano delle vere mazzate devo ammettere che si sono impegnati, infondo le figure non sono affatto statiche anche se l’effetto “zoom a dissolvenza” con cui cambiano è fastidioso, come le schermate nere.
D’altro canto i doppiatori (inglesi, in Jp mi manca) si sono dati davvero da fare, anche se fa sorridere sentire le voci di alcuni famosi per tutt’altri personaggi e anche le musiche che li acocmpagnano sono molto belle ed evocative.
Il multi ke x me nn esiste..
I mostri sono molto vari nonostante ci siano delle “famiglie” (tipo i 3 stadi della viverna, dal cucciolo al colosso) e puoi davvero personalizzarli come vuoi, da cambiargli il nome, migliorargli le statistiche (Forza, difesa ecc...) come le abilità (es. Attacco fisico) che puoi sia incrementare sia instillare indipendentemente dal tipo di mostro (ovvero potete avere un Fenice di fuoco con attacchi d’acqua e tuono --> il suo pg preferito al momento).
La peculiarità del gameplay in cui invece di HP e MP ci sono LP e JP (jewel point) è simpatica, inoltre mentre gli LP sono fissi del personaggio i JP si riferiscono al mostro che usi al momento e si ricaricano camminando (in breve se cambi mostro in combattimento i JP cambiano ma gli HP restano gli stessi).
Tutti hanno una loro storia con i loro segreti che via via vengono scoperti, la trama è davvero solida anche se lenta a svelarsi, e ogni personaggio è ben caratterizzato anche se taluni un pò stereotipati (credo però che tu possa scegliere solo all’inizio il party, d’altro canto il mio Vice sta benissimo beato tra le donne).
Inoltre ci sono 2 finali possibili e una volta completato si sblocca l’ultimo livello di evocatore (possibilità di usare mstori fino al 99) e un dungeon bonus.
In media direi che è facile come gioco, ben bilanciato perchè i primi scontri (in cui ancora bestemmi contro gli elementi) hanno pochi mostri e i primi dungeon sono corti (dopo diventano una sequela di biforcazioni) anche se si espandono successivamente grazie alle tecniche che acquisisci andando avanti nella trama (da quella che ti fa svolazzare, a quella che ti permette di piazzare trappole [che trovo inutili cof cof] a quella che accende la luce ecc... XD) e anche i dialoghi lentamente trovano un loro equilibrio con l’azione del gioco.

Insomma non è perfetto, non è famoso ed è pure vecchio ma sinceramente i buoni RPG su PSP si contano sulle dita delle mani e questo merita di starci.

Fermiamoci un attimo sulla questione Jewel (potrei tornare a parlarne magari una volta finito *sguardo fiammeggiante sulla PSP*) e parliamo invece della serie Persona che molto presto vedrà la sua seconda trasposizione animata alla tv jappica, Persona 4 Animation se non erro il primo episodio è previsto per il 6 Ottobre.
Non so se spinti dall’anime o dalla fissa del remake per cui ormai da P1 a P3 c’è li abbiamo già ma... beh... se andate sul portale di Persona (ovviamente quello giapponese) vedrete che P4 ha ben 4 “bottoni”:
- la vecchia gloria per PS2
- L’anime
- Un misterioso P4 The Golden per PSVita
- Un altrettanto misterioso P4 The Ultimate per Ps3 e 360
Esiste anche il manga (beh lo traduco io eheh)
Bene, tremate sciocchi! Perchè vado a “esplecare” in 3 parole ciò che sono:
Persona 4: The Ultimate in Mayanoka Arena by Team Persona + Arc System Work (BlazBlue, Gulty Gear, Battle Fantasia [cof cof, arte delle recensioni estive perse, meglio così]) ed è quindi un picchiaduro 2D che uscirà anno prossimo per PS3 e Xbox360 con i personaggi di Persona (non solo del 4 visto che tra quelli già annunciati c’è una certa robottina di P3) 11+ di cui già annunciati solo 6 (Yukiko per ultima).

Mentre Persona 4: The Golden è ovviamente un remake arricchito, infondo PSP –> PS1, PSV –> PS2 XD.
Insomma... mi toccherà comprare quella fottuta PSVita -.-
Dell “arricchito” per ora sappiamo solo che ci saranno 50ore in più di doppiaggio (Atlus ha già recuperato il vecchio cast) fatte di dialoghi e nuove scene animate (evviva! Sul buon vecchio P4 dopo poche ore sparivano >.<).
E’ stato aggiunto un nuovo social link non che personaggio inedito, una certa Mary/Marie che appare nell’opening e sembra sarà una patita della moda.
A quanto pare esisterà pure un portale per il multiplayer (argh -.-).
Probabilmente non sfrutterà al meglio le novità della PSV (tipo l’odioso touch-ami tutto) ma d’altro canto è P4 :P.

Ci sono tanti giochi by Atlus o anche solo distribuiti che non ho potuto provare a causa della mio PS2 che ovviamente schifa i cd ‘mericani *fufu*.
Anche se qualcuno mi deve spiegare perchè dopo la mia decisione di fare decentemente la serie di Persona sia iniziata sta follia del remake -.-

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes