Ultimi Post

venerdì 31 marzo 2017

Nier: Automata [recensione]

In realtà ero molto combattuta sul fare o meno questa recensione…
Ad un certo punto ho pensato di farla divisa in due parti: una riguardante la mia prima partita (cultinata col reset completo) e l’altra riguardante appunto la seconda partita in cui avrei fatto tutto, ma proprio tutto, anche perché presa dall’odio per i titoli di coda (vedi video) non avevo visto manco di striscio le feature post-completamento :P
Pondera e pondera alla fine ho deciso di accantonare l’idea e fare una recensione unica.
La seconda partita l’ho fatta un po’ speedrun perché volevo appunto vedere le cose post-completamento e comunque il gioco, già di suo, è ripetitivo e non morivo dalla voglia di rifare tutto per la quarta volta.
Diamo un po’ di numeri:
- la mia prima partita, fatta in maniera “umana” è durata 36h;
- la seconda partita con tanto di platino è durata 30h secche;
per cui possiamo dire che Nier Automata è una gioco da una 30ina di ore, di cui circa 15 di trama principale.

Nier Automata è stata pubblicizzato tanto e ha avuto successo, si tratta di un gioco di quel pazzo schizzato di Yoko Taro fatto con un budget un po’ più decente del solito (ma comunque non eccelso) e presso uno sviluppatore navigato –oddio non è propriamente una affermazione corretta, uhm… uno sviluppatore con una fama migliore del Cavia, maybe?
Ho detto che il budget non era un granché nemmeno a ‘sto giro perché è palese che Automata è un gioco low cost e che ha avuto qualche problema; ad esempio nel gioco ci sono delle porte perennemente chiuse e quando è stato chiesto se era l’ennesimo scherzo il suo “non posso parlarne” è sembrato a molti un “la Square non voglia che lo dica, ma di fatto sono cose tagliate *cof cof*”
Comunque Nier Automata ha venduto tanto, uno sproposito rispetto ai predecessori della serie che venivano sempre etichettati sempre come “roba di nicchia” o proprio come delle emerite schifezze –sinceramente a me non dispiacciono, soprattutto Nier (che ho comprato più che altro perché tutti ne parlavano assurdamente male)
Nier Automata è un capolavoro?
No, ha venduto solo perché questa volta c’era qualcuno di bravo al marketing -.-

[Per intenderci, ricordate la polemica su Sean Murray e No Man’s Sky? Solito discorso, solo che in questo caso è l’opposto; su Automata sono stati spesi un sacco di soldi in pubblicità ed è stato puntato così tanto su questo gioco al punto tale che è stato tradotto in italiano, ma di quello ne parleremo meglio poi dopo.
Altro esempio: Frozen è un film bello? Sni. Un film ben realizzato? Bah, insomma è un film che ha la neve come elemento cardine e poi ha svariati blooper (si usa ancora?) riguardanti proprio la neve non è un film realizzato un granché bene… di solito si evita di mandare al cinema film con errori palesi tipo impronte nella neve che spariscono, capelli che trapassano le braccia delle protagoniste, ecc… ma tutti conosciamo Frozen perché la Disney ci ha martellato a morte, al punto tale che talvolta canticchio ancora Let it Go in un misto inglese-giapponese-russo (all’alba sorgerò *brividi* per fortuna non si è fossilizzata nella mia mente)]
Tutto questo pippone per dire che in soldoni Nier Automata è un gioco discreto, fatto un po’ maluccio e con una trama che non brilla particolarmente (per gli standard della serie) e di certo non è così comprensibile a qualcuno completamente digiuno delle altre follie del caro Yoko Taro > no, ma proprio no, non potete capire Nier Automata senza sapere la trama degli altri gioco ma, a onor del vero, se siete lì solo per guardare le mutande di 2B la cosa non vi creerà problemi.

Nier ha il pregio di essere uno dei rari giochi di questa generazione che gira a 60fps più o meno stabili (anche sulla ps4 normale) ma a fronte di questo ha degli ambienti un po’ squallidi, con texture da generazione scorsa (se non peggio) e assurdi muri invisibili illogici –per fare un esempio: la mappa è piena di edifici in rovina con aperture in cui il personaggio potrebbe entrare senza problemi e invece non può farlo.
La mappa poi non è particolarmente ampia, in parte può essere a causa della velocità di movimento dei protagonisti, ma se anche la riteniamo di dimensioni accettabili non è accettabile per la sua scarsa variabilità -.-
Sì, c’è il deserto, c’è la foresta, ecc… ma ad esempio i palazzi crollati sono sempre lo stesso ripetuto all’infinito… quasi mi sembra di vedere lo stagista disperato che passa le giornate sull’engine a incollare sulla mappa il solito palazzo over and over.
Il gameplay non è male, frenetico e con dei personaggi aggraziati e si vede che è la parte più rifinita perché è più probabile vedere rallentamenti mentre si corre per la (non troppo estesa e indimenticabile) mappa che durante uno scontro contro intere legioni di robottini.
La telecamera è un po’ problematica, il fatto è che il gioco switcha continuamente tra vari tipi di visuale e talvolta le cose non vanno proprio come dovrebbero per cui i drop rimangono incastrati in punti che non potete raggiungere o anche se li raggiungete non potete raccoglierli perché al gioco risultano su tutt’altro livello (c’è anche un chip per la raccolta automatica e nemmeno lui riesce a “vederli” in alcuni casi).
La precisione è tutto in certi scontri, schivare può salvarti la vita come colpire al momento giusto il punto giusto, ma a volta è palese che il nostro personaggio si trovi ad un certo “piano” e i nemici su un altro e non riescono a interagire tra di loro rendendo frustrante la situazione.
Eccovi un paio di esempi ridicoli e fuori da un combattimenti (in cui, vista la frenesia, si potrebbe anche soprassedere): video 1 e video 2.
I modelli dei protagonisti vanno bene, i comprimari sono praticamente statici e si somigliano un po’ tutti, ma solo io trovo assurdo che nel 2017 un gioco sia privo del labiale? Ok, è vero, nelle cutscene le labbra si muovono e per assurdo si muovono anche negli ologrammi delle chiamate (che poi è una cosa “ripescata” dai tagli fatti a XV) ma negli altri casi no -.-
Le cutscene mi hanno irritato, non ce ne sono in CG ma un po’ come accade su giochi di qualche generazione fa (KH sto guardando te) ci sono due differenti modelli: uno per andare in giro e uno più dettagliato nelle cutscene (davvero non scherzo guardate anche il KH3D nel 2.8 e vedrete chiaramente che in alcuni punti i personaggi hanno la faccia piatta con le labbra disegnate e in latre scene hanno la faccia “a faccia”)
Come faccio a dire che la 2B che va a giro non è quella delle cutscene? Semplice perché in esse sembra “resettarsi”: non usa le armi che le avete messo, se le avevate messo un accessorio non compare, se aveva il vestito lacero torna di colpo come nuovo, ecc… senza contare alcuni problemi di coerenza come ad esempio la scena finale in cui vediamo 9S a terra mentre gli si avvicinano i rottami e quando torniamo a muovere il personaggio il terreno è sgombro (e spigoloso e la solita texture PS2 like)
Questo genere di cose non sono più accettabili a un passo dal tramonto della PS4, almeno secondo me.

Il primo Nier a suo tempo fu lodato praticamente solo per la colonna sonora che in effetti è una delle migliori mai realizzate, ad esempio io c’è l’ho sull’ipod da allora e potrei canticchiarvi tutte le tracce nell’ordine corretto *cof cof*
La colonna sonora di Automata non è male ma è dura considerarla indimenticabile al pari del suo predecessore per due semplici motivi:
- molte tracce sono le stesse di Nier e/o sono rivisitazioni o molto ispirate ad esse, per cui è difficile non fare continui paragoni;
- hanno voluto “cazzeggiare” troppo e così non te la godi -.-
Davvero non saprei come altro definirlo, il fatto è che hanno voluto inserire svariate variant delle tracce (con o senza voce, più o meno veloce, 8bit, coro, ecc…) col risultato che in realtà finisci per ascoltare la solita melodia per una manciata di secondi e poi cambia –anche perché i cari androidi corrono peggio di Scattino strafatto di caffè.
Altro bug fastidioso, e che mi è capitato più di una volta, è la "apparente morte" della cuffia di destra, per di più la prima volta mi è capitato in piena notte e sono diventata scema per cercarne un'altra solo per scoprire che non funzionava neanche lì (con conseguente terrore "cazzo mi si è rotto l'attacco del controller!") > in realtà è il gioco che ogni tanto fa casino e si "dimentica" di essere stereo e di dover uscire da due cuffie ben distinte, probabilmente sarà un errore nel codice visto che ritmo, 8bit e compagnia bella sono effetti generati sul momento modificando la traccia audio originale.
È carina e ha delle belle tracce (anche se l’unica di quelle nuove che conosco a memoria è quella di quella tortura di titoli di coda), ma probabilmente non entrerà mai nel mio vetusto ipod.

Per quanto riguarda l’insperabile traduzione italiana, che in molti stanno a bollare per partito preso (io al massimo mi lamenterei del fade-in dei sub che li rende tutti fuori sync...), devo dire che non è così terribile; certo ci sono degli strafalcioni (soprattutto nelle fasi finali) e alcuni termini sono adattati con un po’ troppa libertà (il senso di tradurre i termini dei precedenti giochi, usciti in inglese, mi sfugge) ma tutto sommato fa il suo lavoro, anche perché la trama e i dialoghi son quel che sono…
Ok, forse è il momento che faccia un breve commento sulla trama visto che mi è scappata qua e là qualche battutaccia *cof cof*
In realtà non andrò troppo nello specifico, il pazzo è sempre il solito e trovare un senso nei Nier o Dragoon è volersi fare del male per cui mi atterrò al minimo sindacabile.
Nier Automata non è affatto comprensibile per qualcuno che non conosce minimamente i giochi precedenti, ho detto “conosce” non “ha giocato” perché potete evitarvi questa “tortura” guardando le ennemila guide e gli ennemila video riepilogativi fatti dai fan più sfegatati.
Magari mi correggo un attimino, Automata è comprensibile perché la sua trama principale ha poco a che vedere con gli altri, tale trama monto in sintesi è: automi che combattono macchine con kaboom finale.
Restando sulla superficie il succo è quello e chissene del resto, ma in realtà Automata è popolata di personaggi che provengono dai giochi precedenti o sono influenzati dagli eventi passati (basti pensare che metà delle voci in archivio sono quegli inutili documenti sul progetto Gestalt)
No, ok, in realtà quei personaggi non sono propriamente “quei” personaggi perché la Devola e Popola non sono quelle di Nier Gestalt o Nier Replicant come l’Emil che incontriamo (e potenzialmente possiamo ignorare completamente) non è l’originale ma l’ennesima copia (beh, una parte di essi è una copia uno un po' meno *cof cof*)
Tralasciando tutto questo caos di conoscenze pregresse il problema della trama di Automata è la scarsa stabilità della trama stessa e dei suoi stessi personaggi, le cose accadono perché devono accadere ma in realtà non c’è un vero motivo è solo una serie di scene strappavene e strappalacrime messe lì per far sobbalzare lo spettatore e basta.
2B si sente in colpa perché ha “perso per la strada” il 9S del prologo (che forse è una bugia perché appaiono scene di quel periodo quando 9S difende i suoi ricordi), e perché il suo vero lavoro è quel che è, è l’unica cosa sensata del loro rapporto ma poi tutta l’infatuazione folle di 9S, e successiva follia, sono un po’ una forzatura tirata per i capelli.
Adam e Eve agiscono perché devono, le loro motivazioni (anzi le motivazioni di Adam e basta, Eve non farebbe volentieri un emerito *bip*) sono assai labili e per di più sono completamente inutili ai fini di trama; no davvero pensateci! Che ci stanno a fare quei due? Giusto per qualche scene osé da bambolotto Ken ignudo e un po’ di casino, FINE.
Come antagonisti non valgono nulla, in realtà tutto Automata pecca di un vero antagonista degno di tale nome:
- Adam vuole emulare gli esseri umani e non si sa come gli scatta il trigger che l’odio è alla base di tutto;
- Eve, da brava costola, cerca di fare felice il suo caro fratellone e poi sclera quando quello crepa come un pirla, perché dai… “noi non possiamo comprendere il concetto di morte perché siamo una rete, ora mi scollego e provo il brivido della *muaaa*” > vuoi davvero vendicare un simile fesso?;
- A2 ha un background appena accennato, l’hanno usata come prototipo e abbandoanta per cui ora… odia le macchine? Non sarebbe più sensato dare la caccia ai nuovi androidi e trovare il modo di tornare sul Bunker a fare il culo a tutti?
- 9S la odia perché ha ucciso 2B, e A2 è configurata come “tsundere scazzosa” per cui non prova nemmeno a giustificarsi, il problema è che fin dal principio l’infatuazione di 9S per 2B non regge…
la Rete delle macchine, che appare come la ragazzina col vestito rosso, non… non ha senso, ha meno motivo di esistere di Adam stesso e sta lì solo a far casino per far casino -.-

Credo di aver detto tutto, ammetto di non aver ripreso in mano Nier Automata da un paio di giorni e visto che comunque non avevo molto tempo, e ci giocavo nei ritagli di tempo tra le lezioni, non mi sono segnata proprio tutto quello che mi colpiva.
Insomma è un gioco carino, ben più commerciale dei suoi predecessori, ma non penso si meriti tutto lo stuolo di fan dell’ultimo minuto che lo elevano a capolavoro dell’anno o del mese, visto che sta per arrivare P5 *muaaa*

La "gallery" è come sempre su tumblr~

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes