Ultimi Post

sabato 12 settembre 2015

The Whispers [recensione]

Ed eccoci qui a parlare della serie dei “bambini killer” uscita una manciata di mesetti fa in America, e ora in onda da noi (su Sky).

La trama molto in breve: diversi bambini, anche abbastanza grandi, iniziano ad avere un nuovo amico immaginario che gli propone di farei dei “giochi” relativamente innocui che però poi, collegandoli tutti tra di loro, hanno grandi ripercussioni per la stabilità della nazione.

Quando ci fu l’annuncio mi ispirò un sacco ma come tanti avevo seri dubbi visto che si tratta dell’ABC, dove ormai son tutte cose molto “soap”, e quindi molto probabilmente la faccenda dei bambini che uccidono sarebbe stata altrettanto all’acqua di rose.
Principalmente per questo motivo non l’ho seguita in diretta e poco dopo è stata annunciata la sua messa in onda italiana... che ha affossato dell’altro la situazione.
Nella breve pubblicità (che hanno mandato in onda così spesso da farti passare la voglia di vedere la serie) i bambini avevano una voce che pareva una via di mezzo tra la nonna e Loquendo, in più mi è stato fatto notare che era tratto da un romanzo... *saluta con la manina le sue ultime speranze*

Mi sarei accontentata di avere una cosa tipo quel recente (flop) di Wayward Pines, finché non sbrodolavano tutto con la famigerata 5° puntata la serie aveva la giusta dose di trip mentali e mistero, purtroppo i Sussurri scadono già alla seconda serata con la terza-quarta puntata (su Fox fanno 2 puntate per volte, il che preannuncia un doppio disastro) perché la serie non ci prova nemmeno per un istante a non gettarsi nel cliché degli alieni cattivoni con contorno di militari pazzi e drammi familiari...

La prima puntata era promettente con la bimbetta che quasi ammazza la madre e non se ne rende conto, ma da lì in poi è stata una sequela di assurdità e non di assurdità fantascientifiche ma di gente che si comportava in modo assurdo O.0
Abbiamo:
- Genitori che sanno di avere il figlio “posseduto” e per tutto il giorno non lo controllano, e ovviamente quello va in giro a far danni...
- Amanti che tubano nonostante abbiano fatto a pezzi la famiglia e i rispettivi coniugi non si lasciano scappare nemmeno un pugno o una padellata quando si trovano lo sposo a braccetto con l’amante a caccia di alieni o.0
- I bambini killer spuntano come funghi ma nonostante provochino incidenti abbastanza gravi (a parte quella dello psicologo che è la morte più imbecillemente bella di tutte XD) muoiono giusto 2-3 persone...
- Agenti che tradiscono e aiutano colleghi (ma anche gente appena conosciuta) rischiando la carriera, ma tanto poi nessuno li punisce e/o c’è il big boss che gli para il culo...
- Ricercati in fuga che si portano dietro il cellulare e si nascondono in motel sgangherati dopo aver ripetuto fino alla nausea “dobbiamo portare nostro figlio in un posto in cui non c’è elettricità così smette di parlare con gli alieni”....
- C’è il black-out in città, crimini ovunque e ovviamente il paparino (nonostante sappia che sia una cosa programmata) fa lo sgamotto, passa per i vicoli dei barboni con la macchina e appena trova una strada libera mi ci getta allegramente perché ovviamente non capiterà nulla di male a fare così l’idiota, no!?

Sinceramente, i bambini sono l’unica cosa che si salva della serie (principalmente per i discorsi badass che sparano ogni tanto) ma è inevitabile chiedersi perché non gli tirino un paio di ceffoni ogni tanto? Perché non se li caricano in spalla per rinchiuderli in un manicomio sperso nel nulla?? 'Sta gente non riesce a gestire né i bambini né il coniuge psicopatico e come negli horror di serie Z sei lì che guardi lo schermo e urli “Non entrare lì! Se vai lì muori!”.
Più che “I Sussurri” ‘sta serie andava chiamata “Genitori Incompetenti (con la Mania dell’Abuso di Potere)”.

Se volevate vedere una serie psicologica su dei bambini manovrati sarete parzialmente accontentati;
Se cercavate un poliziesco con un po’ di alieni e affini scordatevelo;
Se volevate l’ennesimo dramma famiglia-centrico con una spruzzata di alieni... vi verrà il nervoso a causa degli adulti XD
Ancora non capisco il target di riferimento di questa serie...
Non è totalmente da buttare, soprattutto nelle fasi finali, ma è un inutile mattone e gli sceneggiatori dovrebbero rivedersi un po’ il manuale sulla costruzione della psicologia dei protagonisti... Sinceramente, c’è rimasto qualcuno in grado di scrivere qualcosa di coerente in america?

Che altro dire?
È prodotta da Spielberg, che ormai è sinonimo di serie tv flop, di quelle dalle grandi speranze mal orchestrate (Terra Nova, The River, Falling Skies, Under the Dome, ecc..), con molte che non riescono nemmeno a venir rinnovate per una seconda stagione...
Sono anche andata a cercare un po’ di informazioni in più sulla sua origine cartacea e a quanto pare non è tratto da un romanzo vero e proprio ma da una storia (“Zero Hour”) presa da una raccolta di racconti brevi (“The Illustrated Man”) di Ray Bradbury, inoltre si nota che è un racconto del secolo scorso maldestramente riambientato ai tempi nostri (ci sono diverse incongruenze su cosa Drill possa fare o non fare col suo “elettrico” potere).
Infine, non so chi abbia fatto il casting, ma vedere facce note (tra American Horror Story e Revenge) in questo contesto risulta ancora più irritante XD
In compenso qualche bambino è bravino nella recitazione.

Brutto a dirsi ma spero che la seconda (improbabile) stagione non veda mai la luce, il finale è una fetecchia ma è meglio chiuderla qui >.<

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes