Ultimi Post

martedì 12 maggio 2015

Once Upon a... decent series

C’era una volta una serie tutto sommato decente e innovativa, era l’inizio del periodo in cui tornavano di moda le vecchie fiabe e le loro rivisitazioni, per cui imperversavano al cinema e non solo.
Once Upon a Time, gentilmente rinominato “C’era una volta” solo sulla Rai, era tutto sommato una serie interessante (all’inizio) che prendeva gli strafamosi personaggi delle fiabe per poi buttarli nel nostro mondo (leggermente retrò) a causa di una maledizione della Regina Cattiva.
La prima serie era matura e incentrata sull’abbandono dei figli e il cinismo degli adulti moderni contro “gli adulti da fiaba”, ma poi si è persa diventando una telenovela XD

Come mi accade a volte con American Horror Story non riesco a dire su due piedi cosa accade nelle varie stagioni (o a quanto siamo), è una cosa tipo: “uhm... siamo alla quarta? La casa dei gaii fantasmi, il manicomio con gli alieni, le streghe e il circo, giusto?”
Con Once la cosa si è fatta ancora più complicata perché ultimamente dividono le serie in due archi differenti, il che è stato un bene perché il primo arco della terza era davvero noioso (figuriamoci sopportarlo per 20 episodi!).

Anche quest’ultima stagione era divisa in due: la prima parte parlava di Frozen e funzionava nonostante la commercialata di fondo (e inevitabilmente i personaggi sono stati depennati finito il loro arco) mentre la seconda, giusto per restare in tema Diseny, doveva trattare delle “Regine dell’Oscurita” ovvero la villians in gonnella per eccellenza.
Le tre cattive erano già state introdotte nelle stagioni precedenti:
- Malefica è presente fin dal primo episodio della prima serie, peccato che col suo ritorno diventi più una Malefica alla Angelina che quella di un tempo -.-
- Ursula era stata introdotta come “spietata dea dei mari” quando Regina si era spacciata per lei rovinando Ariel, in realtà questa Ursula non è la dea ma solo una sirenetta col medesimo nome, autori furbetti~
- Crudelia non era mai entrata direttamente in azione prima, veniva solo citata, ma è riuscita a diventare, a buon ragione, la preferita del trio in questa stagione.

Le Queens of Darkness
Come già accennato in molti volevano rivedere Malefica, tristemente morta da qualche stagione (XD), non dico di apprezzare particolarmente l’attrice però il personaggio ha sempre un suo perché, o l’aveva visto che la nuova Malefica è una mammina con in corpo tanto tavor quanto botox.
In realtà ancora mi chiedo perché riportarla in vita visto che come villians andava in giro stile cliché-mafioso e non faceva nulla di che, poi passa subito dalla parte dei buoni, tanto che pure la figlia le da della scema (ormai tutti abbiamo smesso di tenere il conto delle forzature e contraddizioni della serie).
Parliamo un attimo di Lily, la bambina col doppio potenziale oscuro che a quanto pare comporta essere una sfigata cronica, fattona e vittimista > per poi trasformarsi in un drago focomelico una volta a Storybrooke; Lily era apparsa nella prima parte della stagione come amichetta del cuore di Emma (anche se insieme non passano nemmeno 48h) e ora rispunta come figlia di Malefica eternamente legata alla Salvatrice, per di più diventa automaticamente l’ennesima ragazza in affido anche se nello scorso arco non lo sembrava.

A Malefica si può trovare un motivo di esistere, nonostante sia mortalmente smosciata, Ursula invece non ha motivo di esistere, soprattutto dopo aver appurato che non è la famigerata divinità ma solo una sirenetta random, senza contare il pessimo casting (da adulta) e il canto in playback col labiale scazzato.
Insomma questa Ursula è Ariel Disneyana, ne più ne meno: la madre le è morta a causa degli umani e il canto deprime il padre, che in questo caso la obbliga a cantare per far schiantare i marinai sugli scogli (Uncino compreso), ma lei non ci sta e di punto in bianco decide di andarsene; Uncino la ritrova e visto che l’ha salvato decide di aiutarla.
Ursula voleva bene alla madre e il canto è tutto ciò che le resta, ma lo perde proprio perché Uncino è ancora il vecchio pirata assetato di vendetta e da quel punto in poi Ursulina diventa malvagia.
Non ha motivo di esistere perché alla fine è un tentacolare personaggio secondario che appare, mastriccia qualcuno, ma appena ha di nuovo il canto prende e se ne va perché ora è lovely-lovely col papino che le aveva rovinato la vita *facepalm*
Insomma 2 sue 3 non sono particolarmente malvagie...

Crudelia invece non è originaria della Foresta Incantata, ma viene da una realtà alternativa eternamente ancorata agli anni 20 e qui incontra l’Autore.
Gran parte del suo passato, salvo la parte sull’uovo di Malefica, è narrata in un episodio incentrato su di lei che inizialmente si presenta come una povera ragazzina rinchiusa dalla crudele madre che, essendo una addestratrice, la tiene in riga coi cani (da qui il suo probabile odio per essi).
L’Autore arriva per scrivere la storia di quella realtà e Crudelia si offre di aiutarlo se lui prima l’aiuta a uscire; dopo una serata piacevole, e un mezzo incucio amoroso, l’Autore decide di darle il potere di controllare gli animali, in modo che non li tema più, e i due decidono di scappare insieme però lei prima vuole affrontare la madre.
Crudelia non ritorna e l’Autore ma ha un breve incontro con la madre che smaschera la sua follia: non la stava maltrattando, stava cercando di evitare che ammazzasse altra gente perché non ci sta con la testa! In perfetto stile Disney: se hai un figlio problematico, rinchiudilo!
Ancora incredulo l’Autore affronta Crudelia, che a questo punto ha gettato la maschera e si rivela per la psicopatica che è.
Crudelia è pazza e basta, non era buona e qualcuno gli ha fatto un torto, è una sociopatica assassina nata e niente più, tant’è che quando finisce in un mondo senza magia non si fa problemi ad abbandonare Lily, ma non prima di aver usato il suo guscio per non invecchiare...

Il problema è che, nonostante lo stuolo di fan che si è guadagnata, è stata gestita malissimo e proprio quanto tutti iniziavano ad affezionarsi a lei è stata bellamente uccisa solo per rendere cattiva Emma, non sono contro la sua morte ma contro la ridicola motivazione, l’ennesima reazione esagerata e contraddittoria della serie > d’altro canto la Morrison era strafatta in quel periodo, vedere per credere~

Cosa non ha funzionato
Beh, le Regine dell’Oscurità non sono particolarmente oscure, ma però non sono nemmeno le vere protagoniste dell’arco.
Alla fine del primo blocco di episodi della stagione Tremotino era stato esiliato, e (come se non ci fossero altre città al mondo) va a New York come vecchino storpio che nessuno si fila, ma poi fa gruppetto con le villians che sopravvivano come possono da una ventina di anni nel nostro mondo, l’obbiettivo è sempre lo stesso: un lieto fine per i cattivi.
Quindi ben presto il trio di streghe passa in secondo piano, surclassato ancora una volta da Tremotino e la sua trama incentrata sul fatto che sta “morendo”, ovvero la sua parte umana sta morendo e dopo l’Oscuro si scatenerà in tutta la sua cattiveria *nod*
Quindi le tre sono dei suppellettili, completamente inutili ai fini di trama anche perché dopo una manciata di episodi Tremotino smette (senza motivo) di nascondersi, quindi loro non gli servono più come agenti in incognito, e nonostante tutti sappiano che è tornato e che è più cattivo che mai se ne va tranquillamente al bar a discutere i suoi piani malvagi *facepalm*

Nello specifico l’ultimo doppio episodio sembrava promettente, tant’è che mi ero lasciata sfuggire un tweet, ma gran parte delle speranze sono andate a farsi benedire con gli sneak-peak (soprattutto quello su Gold, cavaliere in smagliante armatura).
Finalmente l’Autore entra in campo e, dopo l’occasione mancata con Zelina, ha modo di metter mano alla penna e iniziare a scrivere la rivoluzione dei cattivi.
Però si sapeva, Isaac era un pessimo autore in tutti i sensi quindi si è limitato a prendere i buoni e metterli nei ruoli dei cattivi, fine.

Alcune trovate sono geniali (unico motivo per cui seguo ancora la serie, anche se stanno diventando sempre più rari ‘sti momenti) e stranamente la Goodwin funziona bene come cattiva, la scena del cuore è a dir poco adorabile~
Negli ultimi minuti ci sono alcuni accenni promettenti, anche se abbandonati a loro stessi, come il fatto che i rintocchi finali del libro iniziano a mostrare come il mondo creato di Isaac si stia frantumando, con Zelina che diventa verde, ecc...
Purtroppo la puntata finale, intendo la vera e propria puntata 23, è una mezza ciofeca perché si apre con Isaac che in due battute fa ripassare al lato oscuro Tremotino e Uncino, in quanto “cattivo riconvertito” ri-riconvertito in questa realtà alternativa (e magari con un bonus visto che Tremo lo odiava) è un mozzo mollusco che non sa tenere in mano una spada, ma che alla fine si sacrifica per Emma e viene infilzato da David (per la gioia delle fan XD).

Piccola nota: per tutta la doppia puntata non fanno che dire “Neal è morto, e nemmeno l’Autore può resuscitarlo” e che succede? Uncino muore, ma torna in vita come se nulla fosse! Perché, sai, è morto in una realtà alternativa che ora è stata cancellata [ceeeeerto, autori cani *cof cof*]
La scena del matrimonio è un po’ stupida, anche quella in parte riciclata dal matrimonio dei Charming, ma in quanto ad assurdità vince Regina che sta sulla porta due ore mentre gli altri duellano (Tremo devi fermare una e ti metti a duellare 2h con un’altra e il figlio??) e poi va a morire per salvare Henry, da notare come sia un attacco di taglio ma lei ha una ferita da  affondo (magia!).
Solo Emma corre da Henry, e sta due ore ferma lì finché Uncino non muore, batte l’assurdità di Regina che sorride dallo spiraglio della porta per 20min... e non dimentichiamoci che per sistemare un cuore nero come la notte (e scatenare l’apocalisse) basta buttarlo in candeggina!
Comunque la delusione di questo finale, oltre all’ovvio “alla prossima stagione”, è l’eccessivo uso di Henry che crescendo non sta migliorando come attore, ma diventa sempre più odioso XD

Menzione d’onore
Il Fante, il povero Fante di Cuori!
Non sono una sua fan, insomma non ero tra quelle felici che fosse stato preso anche per la serie principale, anzi... Non mi piace l’attore, non mi piace il suo accento e non mi piace il continuo “bloody hell” che ormai è stato adottato da mezzo cast perché, si sa, gli autori sono delle capre.
Però alla fine, anche da non-fan, provo un po’ pena per questo personaggio che ormai è diventato il jolly della situazione.
Non sai come riempire una scena? Fai apparire il Fante! Ormai ‘sto poero uomo appare random ovunque, Oz compreso! E ancora non s’è capito se questi eventi sono prima o dopo Wonderland, con relativo destino di Anastasia (altra attrice che ho mal giudicato all’inizio, ma che poi si è ripresa).

In realtà temo che canonicamente gli autori considerino lo spin-off come una cosa inesistente, d’altro canto l’hanno scritto altri (vagamente più capaci e meno sulla scia del “ohi, ho scritto Lost!” > sì, ma questa volta non puoi usare la scusa ‘boom, sono già tutti morti’ o, se devi, sbrigati a farlo!)
Comunque povero Fante, relegato anche a fare (senza motivo) il tappabuchi al fianco di Belle che nell’ultimo episodio rivela che è stato lì a reggere il moccolo per nulla, anzi per fare (come sempre) da riempitivo XD

La scena più patetica probabilmente è quando, dopo aver riportato il cuore a Belle, sta lì immobile, muto, e tenta di tenere per la manino Belle che non se lo fila nemmeno di striscio *cof cof*

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes