Ultimi Post

venerdì 28 marzo 2014

Personas Update

Non è che ci sia molto da dire, dei giochi presentati a novembre si sa più o meno le stesse cose, ma comunque è uscito finalmente in inglese SMT (Shin Megami Tensei).
Nonostante fosse da un po’ che la Atlus aveva messo qualche cosa sull’app store (a nome della Index) fin’ora era tutta roba in giapponese, anche sullo store italiano, e per la modica cifra ci circa 14€ (per intenderci costava quando un Chaos Ring “fresco di stampa” ma era in una lingua incomprensibile e con una grafica da anni 90) poi qualche tempo fa SMT è sparito ed è tornato coi testi in inglese finalmente ufficiali, anche se la traduzione non è poi tanto dissimile da quella fan-patchata inglese (segno che era già decente di suo quella).
Dopo due anni dall’uscita giapponese dell’app (e 22 dall'uscita del gioco) finalmente abbiamo una traduzione, non resta che sperare che anche gli altri due giochi attualmente presenti sullo store (Shin Megami Tensei II e il benedettissimo Shin Megami Tenseri: If...) ci mettano meno a ricevere una localizzazione ufficiale, ma suppongo dipenda delle vendite dell’SMT quindi vediamo un po’ cosa il titolo riserva.

Più retrò di così c’è solo Mario in b/n
La sincerità prima di tutto, si tratta di un gioco del 1992 per SuperFami e nonostante sia stato riproposto praticamente su ogni console (in giappone) di base resta sempre quello tant’è che la versione WII, la più recente dopo la iOS, ha la medesima grafica sgranata che vedete sull’iPod (la scusa ufficiale è che uscì come speciale per la Virtual Console, fatto sta che quattro anni prima su GBA era la solita solfa); quindi mettiamo subito in chiaro una cosa: è indecente da vedersi e contorto da giocare ma è comunque il primo Shin Megami che ha aperto la strada a tutti gli altri, soprattutto la più papabile e fortunata serie Persona, e soprattutto è fottutamente in inglese!! (ci sono voluti più di 20anni, sarà un record...?)
Insomma il comportato grafico lo poteva svecchiare anche un bambino cieco ridisegnando a caso le sprite ma la Atlus ha già dato fin troppo prova del fatto che una volta che un gioco è uscito non si tocca più (esclusi gli ultimi due Persona ma tanto è tutt’altro team rispetto ai tempi di questo Megami) come già avevo detto parlando del Soul Hack per 3DS.
Il sonoro è decente, certo sono midi a 8bit a volergli bene e le musichette sono ripetitive e un po’ psichedeliche ma stranamente funzionano e sono meno irritanti dell’audio compresso del precedentemente citato Soul Hack.

Il gameplay è ostico, già di per se il gioco è 3 spanne sopra di difficolta rispetto a un degno dungeon crawl moderno (il che significa che morirete ogni 3x2 anche stando attenti), e i menù minimalisti quanto inutilmente contorti e ricchi di opzioni di dubbia utilità non aiutano di certo! Ma d’altro canto erano altri tempi, altre console e altri programmatori, dopo qualche ora di bestemmie dovreste riuscire a calarvi bene nella parte dell’eroe e a capire dove sbattere la testa.
Chiunque ha già avuto a che fare con qualche titolo della serie non avrà grandi problemi fin dal principio, si tratta pur sempre del “paparino” di Persona, Overclock e Digital quindi le meccaniche sono pur sempre quelle anche se rispetto ai capitoli recenti, più rpg e social, è strettamente imparentato col Soul Hack con cui condivide gran parte delle meccaniche di gioco.
Insomma ritroverete le fasi lunari, la fusione e quel pizzico un po’ kitsch di Armageddon e demoni virtualizzati senza contare che è uno dei capitoli universalmente riconosciuti come più liberi della serie perché, in perfetto classic-style, sarete voi a dare un nome ai vostri compagnucci di gioco che comunque saranno ben caratterizzati (anche se restano ovviamente un po’ troppo legati agli stilemmi del genere: il buono, il cattivo, la principessa).

Quando vi sareti abituati vi divertirete, basta sopportare alcune cose della generazione scorsa *fufu* (oh beh, suppongo che chi lo comprerà adesso nel 1992 era nato e in grado di parlare e comprarsi la sega-console del momento, a differenza della sottoscritta).
Il gioco resterà in offerta fino a fine mese, han fatto una specie di lancio scontato per cui costa 5.49€ (ringraziamo il dollaro basso che ci ha fatto risparmiare 50 centesimi) invece di 7.49€ quindi se vi interessa aprite l’app store e “purchate”.

Novembre di fuoco
Come già detto a novembre sono stati annunciati un bel po’ di giochi della serie, più o meno tutti spin-off e finalmente Persona 5 che però resta generalmente avvolto nel mistero come gli altri e l’unica news degna di nota è che sono stati tutti confermati per l’america, ma d’altro canto abbiamo poco da goire noi europei visto che Shin Megami IV è ancora TBA da noi e in america è uscito l’anno scorso (e il resto che ancora ci manca, ma non pensiamoci~).
Oddio, invero una decina di giorni fa hanno annunciato il secondo film di Persona 3 ma come per la versione anime di P4 del lato “animation” me ne sbatto allegramente *nod*

Persona 5: di fatto nulla di nuovo, ancora previsto in giappone per questo inverno e in america nel 2015, essendo PS3 se non si muovono a dare una data europea (che tanto il più delle volte significa uk-fra-de-spa e in culo all’italia) mi prendo la limited americana e “in culo alla balena”.
Persona 4 Arena Ultimax: detto anche l’Arena 2, come già detto per arcade è uscito a Novembre (in giappone) mentre la versione PS3/XBOX360 uscirà in tutto il mondo (europa ancora in forse) questo autunno, as always dell’Arena me ne sbatto il giorno che i dirigenti della System mi chiederanno scusa a 90° di penserò.
Persona 4 Dancing All Night: detto anche “a noi la Miku e il Project Diva fa un baffo” (cattiveria gratuita), non si sa nulla di nuovo manco di questo, sempre a fine 2014 in giappone e 2015 in america, PSV.

Persona Q Shadow of the Labyrinth: sinceramente volevo aspettare una decina di giorni prima di fare questo articolo proprio a causa del Laby, ma d’altro canto ieri mi sono finalmente decisa a prendere SMT e so già che a Giugno mi dimenticherò di guardare le recensioni.
Questo piccolo gioco, per 3DS e un po’ troppo Etrian Odyssey per i miei gusti, uscirà in giappone tra pochi giorni, il 5 Giugno, mentre resta un vago Autunno 2014 per l’america e il vuoto pneumatico per l’europa (so lo che è brutto da dire, e l’HackSoul è stato un accontentino, ma vorrei davvero tanto che la Atlus tirasse via gli artigli e lasciasse un po’ di distribuzione alla NIS, anche solo relegandola all’Europa e al Canada).
Il Laby è un mix di investigazioni (stile P2 visto che si parla di rumors e leggende metropolitane) e saltellamenti allegri a giro per dungeon generati a caso, il tutto in salsa chibi.
Il party sarà il più grande della serie e sarà composto da 5 personaggi presi da una lista di più di venti tratti da Persona 3 e Persona 4, più qualche originale nato per il gioco e sembrerebbe che tutti (e non solo i due “Wild” protagonisti) potranno usare differenti Persona a testa e imparare liberamente le abilità.

C'è ancora temp per eventuali annunci ufficiali dell'ultimo minuto, ma più o meno la lista dei personaggi giocabili è la seguente:
- dal SEES con amore (battutaccia): Minato Arisato (il protagonista, ormai è il suo nome ufficiale visto che si chiama così ovunque tranne che nei film rispettivamente Makoto Yuki per l’anime e Sakuya Shiomi nel live action), Yukari Takeba, Junpei Iori, Akihiko Sanada, Mitsuru Kirijo, Fuuka Yamagishi, Aigis, Koromaru, Ken Amada, Shinjiro Aragaki.
- dal Team Investigativo con tanta nebbia: Yu Narukami (pare che il protagonsita si chiamerà di nuovo così, sinceramente preferivo Seta Souji), Yosuke Hanamura, Chie Satonaka, Yukiko Amagi, Kanji Tatsumi, Rise Kujikawa, Teddie, Naoto Shirogane.
- dalla Velvet Room con tanto stupore: Marie, Margaret, Elizabeth e Theodore (peccato che sul sito ufficiale non sembra ci sia posto per la protagonista di P3P).
- nuovi ma non troppo: i soliti due smemorati Rei e Zen.

Del quartetto è uno dei giochi più interessanti (almeno secondo me) sia come storia che come interazione tra i diversi personaggi, già nei pochi video usciti si vedono i due protagonisti scornarsi a vicenda, ma d’altro canto vista la generale distribuzione in europa e l’adorabile region lock del 3DS dubito che potremo gustarcelo in tempi decenti.

Ultima "news" che riguarda il manga, no... non è finito, non ancora almeno *gemito* (sia P3 che P4 manga continuano spediti per la loro strada):
Visto che mi sono arrivate le raw di tutti i volumi usciti sin ora, e che i primi capitoli del manga di Persona 4 non avevano il font accentato, nei prossimi giorni (ma diciamo anche mesi) mi rimetterò a rifare i primi due volumi, e il terzo se gli inglesi lo finiscono, in edizione volume quindi un unico download con tutto il volume e ovviamente niente scan da rivista con pubblicità e robacce simili *nod* darò ovviamente una controllatina alla traduzione e ai font visto che tanto devo rifare tutto il lavoro da capo.
Inoltre, dubito che qualcuno l'abbia notato, ho rifatto la Master List delle douji e come si evince dalla nuova disposizione in futuro mi metterò a tradurre anche alcune douji di Persona 3 e uno sproposito di Persona 4, uhm? Ah, yep c'è anche FFXII eheh... EHEHEHEH (lo dico subito alcune sono assurde e stanno bene con quelle altrettanto assurde di Kanji fatte dalle +810) ma per le serie ufficiali le mie intenzioni restano le stesse finché non avrò un minimo di backup o team.
Uhm? La news sull'Inquisitore Dragoniano? Pf---- ne han già parlato abbastanza gli altri, rido per tutti quelli che hanno preso alla elttera quel "40 finali".

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes