Ultimi Post

lunedì 3 febbraio 2014

Mass Effect 2 VS Masse Effect 3

Prima d’ora non avevo mai pensato di confrontare seriamente questi due giochi principalmente perché, nonostante facciamo parte della stessa trilogia, nel tempo trascorso tra la loro uscita c’era una proliferazione di salvataggi più o meno diversi con protagonisti buoni o cattivi, zoccole e morti varie nel cast... Così quando usciva un seguito di Mass Effect non sapevo mai che pesci prendere con l’import del salvataggio non ricordandomi cosa ogni Shepard aveva fatto di preciso; inoltre non mi ritengo una fan di Mass Effect (ho iniziato a giocarci per la Epy), non di quelle sfegatate per lo meno, ma d’altro canto ho “osato” dire che Mass Effect è più curato di Dragon Age (anche se generalmente preferisco il fantasy alla fantascienza).

In Mass Effect è possibile fare una lunga e coerente storia (mentre in DA ve lo scordate fin dall’Awakening), la trilogia è come un immenso gioco unico visto che alcune scelte fatte incautamente nel primo vi si possono ritorcere contro nel terzo e quindi era quasi d’obbligo sorvolare su certi erroretti se si pensava che quel maledetto dialogo poteva andare per tutt’altro verso se per caso avevamo arrostito un povero tecnico in certe missioni suicide precedenti; praticamente l’intero cast può morire e per doveri di trama principale ci sono alcuni personaggi secondari che cercano di fare da tappabuchi, a livello di programmazione è una follia facilmente evitabile ma si apprezza (e poi c’è sempre chi si lamenta delle strane voci nel doppiaggio senza accendere quell’unico neurone funzionante).
Principalmente è per questo che dico che ME è più curato di DA, in Dragon Age hanno preso la strada facile cambiando protagonista e rendendo semi inutile l’import del salvataggio che al massimo genera un paio di dialoghi leggermente diversi e un Alistar ubriacone alla taverna (e per buona misura fingiamo che Awakening e DLC non esistano, visto la marea di ridicoli bug che hanno generato al loro tempo e l’assurdità che ancora oggi hanno i dialoghi del Witch Hunt).
Comunque alla fine, per una seria di “sfortunati eventi” finalmente sono riuscita a farmi ME senza divagare e trovarmi con montagne di salvataggi di imprecisata natura, invero ci sarebbe da ringraziare la community di MES per avermi fornito una random Shepard dell’1 visto che il gioco è disperso da anni! Visto che con questo ultimo giro chiudevo definitivamente con Mass Effect ho tentato di fare la brava bambina salvado quante più persone possibili, ma purtroppo così facendo ho anche notato l’immenso divario tra il 2 e il 3, perché quando prendi in mano un sequel dopo due anni dal suo predecessore puoi solo commentare vagamente quanto sia “peggio” ma se te li spari di fila gli orrori sono evidenti, dannatamente evidenti.

Storia
Oddio non è che la trama principale tra i due sia chissà quanto contorta o differente.
ME2 in breve: I giorni di gloria di Shep finiscono con un attacco a sorpresa di una nave misteriosa e stranamente è proprio Cerberus a riportare in vita l’eroe e a spedirlo in cerca di vendetta e pace galattica contro i Collettori, schiavetti “dell’ultimo minuto” dei Razziatori.
ME3 in breve:
Shep ha tolto di mezzo i Collettori ed è tornato all’Alleanza sperando di preparare la galassia a una guerra contro gli imminenti Razziatori che per buona misura iniziano proprio dalla Terra costringendo così l’eroe a coalizzare le forze galattiche per sconfiggerli.
Insomma entrambi sono la solita broda con l’eroe che punta l’antagonista di turno, da una parte abbiamo una complicata battaglia e dall’altra una complicata guerra, sul plot di base non mi pronuncio visto che a grandi linee funziona essendo un classico.
I problemi spuntano quando si approfondisce un po’ di più e la povertà del 3 diventa evidente, nonostante potesse essere eccezionale visto che si trattava della conclusione della storia di Shep che doveva anche  riunire l’intera galassia, ritornando sui vari pianeti a litigare con vecchi amici e nemici; doveva essere una corsa al cardiopalma tra battaglie e pomposi dialoghi politici e invece... risulta solo noioso e anche poco coerente.

I Razziatori sono esseri votati al massacro ma raramente i rappresentati dei vari popoli riescono a rendere bene l’orrore della situazione, sono tutti allegramente tranquilli a cazzeggiare nella sala comunicazioni o al comunicatore (rappresentati umani compresi), e le risorse di guerra fanno ridere i polli visto che spesso gli ex-compagni valgono più di intere task-force (ok, un vecchio amico si sbatte per te più di un gruppo di sconosciuti ma come può valere più di un intera task-force?) inoltre tutto gira intorno ai soldi, niente più materiali assurdi e potenziamenti problematici... “The Money of Soul and Possibility Control”[cit.]
ME3 è stato ulteriormente semplificato, in modalità narrazione poi è vergognosamente facile e quel poco che poteva esserci di strategia va a farsi friggere; i vari vecchi personaggi, complice il fatto che potevano anche non essere lì, hanno lo spessore di un foglio di carta e anche a causa di alcuni errori di adattamenti italiano alcune cose non hanno proprio senso (questo senza contare che mediamente passo sopra alle Shep che si beccano il maschile e ai cambi di voce della gente in mezzo ai discorsi).

Side-Quest
In ME2 la quest principale tratta di Shep che in 3 Atti va alla ricerca di informazioni sui Collettori e sul portale di Omega 4, sono passati circa due anni dalla sua morte ed è pure associato a Cerberus, insomma non è che sia una gran bella missione per l’opione pubblica.
Principalmente è costretto a recuperare alcuni obbligatori alleati per poi fare un infelice salto su una inculata colonia umana presa di mira dai Collettori, recuperare altri alleati, farsi depredare la nave dai Collettori e andare a spaccargli il culo salvando più o meno persone *heropose*
Cosa c’è di side e non troppo obbligatorio? Per iniziare tutte le varie “caccie alle risorse per pianeti dimenticati da tutti”, in breve di portale in portale, di sistema in sistema, Shep può fare la fortuna dei venditori di carburante lanciando sonde sui pianeti (nonostante la descrizione di alcuni dica peste e corna) per recuperare Iridio, Palladio & Amici in modo da potenziare la nave (ed evitare di saltare in aria durante la sparatoria con la base dei Collettori), se stesso e i compagnucci di gioco; è una cosa che in media tutti detestano ma io mi divertivo a fare la cacciatrice di risorse...
Poi ci sono le missioni Lealtà, che servono principalmente a conoscere meglio il passato della ciurma che improvvisamente si riempie gente con seri problemi coi genitori (o genitori con seri problemi coi figli), crudeli rompicazzo dal cuore di burro sciolto e molto altro ancora; in media tutte le missioni lealtà meritano, indipendentemente dalle preferenze che si hanno e inoltre i personaggi “Loyalati” hanno maggiori possibilità di sopravvivere alla missione suicida finale.

In ME3 gli atti sono sempre 3, come da tradizione, e iniziano con Shep che deve scappare mal volentieri da una Terra assediata dai Razziatori, indipendentemente da quanto siate stati crudeli e pro-Cerberus riavrete la nave che fungerà da centro di controllo galattico.
Salvate Liara e scoprite che c’è una possibilità oltre al varco, un misterioso “aggegio” Prothean che nessuno sa cosa faccia ma è grosso e cazzuto e di certo spaventerà i Razziatori! Ovviamente bisogna anche unire tutte le razze della galassia contro questa minaccia: si inizia coi Turian, con la madre patria in fiamme, che vogliono l’aiuto dei Krogan che a loro volta vogliono la cura per la genofagia (ma comunque vi aiuteranno lo stesso) cosa che i Salarian non vogliono (ma tanto poi suonerà a morte pure a loro e vi aiuteranno), poi tocca ai Quarian, che genialmente hanno deciso di riconquistare la loro terra natia coi Razziatori alle porte (manco non lo sapessero) e quindi bisogna gestire loro e i Geth per poi salvare il culo alle Asari che sono tanto progredite perché hanno barato (soap-opera style), infine Shep si sfava dell’Uomo Misterioso e gli apre il fondoschiena, fallendo miseramente perché quell’altro da bravo indottrinato ha già vanificato i vostri sforzi.
Cosa c’è in mezzo a queste relazioni da Harmony di serie Z? Nulla, il vuoto pneumatico visto che le side-quest sono principalmente di 2 tipi: uccidere random alcuni Cerberus minori che fanno caos nella galassia (senza apparente motivo, se non per rivedere qualche vecchio amichetto) e recuperare oggettistica varia nei sistemi caduti in mano ai Razziatori, visto che solo la Normandy può sfuggirgli da sotto il naso.

Quindi da una parte abbiamo missioni ben strutturate volte a conoscere e ingraziarsi (o meno) i compagni di squadra, con una controversa parte di ricerca delle risorse; dall’altra abbiamo missioni random che un generatore automatico avrebbe potuto rendere più accattivanti, o si spara a stupidi in armatura bianca-ape o si lanciano sonde a ufo, secondo voi quale’è meno noioso?

DLC
Già dal primo ME era morta la bella fase delle espansioni ed erano nati gli amabilisssssimi DLC, ME3 in particolare ha fatto scalpore per un DLC uscito in contemporanea col gioco e “in regalo” nella limited.

In ME2 abbiamo i seguenti DLC:
- La rete di Cerberus, che in breve è il gestore delle vaccate online (gratuito)
- Il luogo dello schianto della Normandy, una micromissione che strizza un po’ l’occhio ai nostalgici e che principalmente fa vedere cutscene stantie e recuperare inutili targhette (gratuito)
- Zaeed, personaggio aggiuntivo con relativo armamentario e missioni, il classico mercenario cazzone, mediamente inutile e ben poco usato anche nell’ME3, forse a causa della morte del doppiatore (gratuito)
- Le missioncine con l’M-44, veicolo dannatamente indestibile e assurdamente limitato (gratuito)
- Pack di vestiti Alternativi 1 e 2, per un totale di 6 costumi per i compagnucci di gioco (a pago)
- Kasumi, nuovo personaggio un po’ più curato di Zaeed con missioni ed armi allegate (a pago)
- Missione Overlord, l’ennesimo geniale piano di Cerberus sfuggito al controllo, con vittima finale in posa assai ambigua (a pago)
- L’Ombra fa una brutta fine e Liara prende il suo posto, forse il miglior DLC perché non solo permette di ri-utilizzare per un po’ Liara ma da la possibilità di vedere alcuni video e dossier stupidi nella nuova area sbloccata e liberamente visitabile, un po’ come avere una seconda nave (a pago)
- I Razziatori sono alle porte, solo io trovo ridicolo che il motivo per cui Shep è nei guai all’inizio del 3 è descritto in un DLC? Comunque i Razziatori stanno per arrivare e l’unica è far saltare un portale e distruggere un po’ di Batarian sfortunati (a pago)
- Genesis, un fumetto interattivo che permette di ripercorrere rapidamente le scelte fatte nel salvataggio importato, ma credo servisse solo a pubblicizzare la fazione cartacea (a pago)
- Le Armi di Cerberus e qualche altra armetta random e premium aggeggi (gratuito e a pago)


In ME3 abbiamo i seguenti DLC:
- Dalle Ceneri, il controverso DLC uscito insieme al gioco che scandalizzò tanto che conteneva l’unico personaggio aggiuntivo con relative missioni e armi, ammetto che non mi è mai capitato di giocare al 3 senza Javik e in effetti è ben più integrato nella storia rispetto a Zaeed e Kasumi (senza contare che su Thessia è quasi obbligatorio portarselo dietro) a differenza loro non ha nulla a che invidiare col cast ufficiale, insomma sembra effettivamente un personaggio pensato per essere nel gioco e non un aggiunta evitabile, ma dopo Bishop di NWN2 posso tranquillamente credere che gli sviluppatori l’abbiano finito il giorno prima dell’uscita e ormai i dischi erano stampati (a pago)
- L’Extended Cut, che aggiungeva un po’ di fuffa nel finale per far felice i true fan (gratuito)
- Leviatan, DLC che teoricamente (da descrizione) doveva svelare tutti i retroscena della nascita dei Razziatori ma crea più caos che altro, anche grazie a una localizazione italiana un po’ così (la voce del bambino-Catalizzatore quando parla del Leviatano era evitabilissima, potevano lasciarlo in inglese -.-) (a pago)
- Omega, costoso DLC che sarebbe anche potuto valere la spesa, visto che è una lunga campagna con Shep in solitaria accompagnato da Aria e amichetta, ma purtroppo una volta finita la missione si torna a riavere quella fastidiosa e inutile Aria al Purgatory con 3 dialoghi in croce come se nulla fosse successo, in breve non è come con Liara e la nave dell’Ombra *facepalm* (a pago)
- La Cittadella, costoso quanto Omega questo DLC regala a Shep una appartamento lussuoso (poco interattivo e custmabile) e una manciata di nuove missioni principalmente incentrate su un clone pazzo di Shep e il cazzeggiare con gli amici. La quest sul clone è divertente anche se un po’ forzata perché non si può infilare 30h di umorismo mancato in un paio di ore, senza contare che si sblocca quasi subito e invece merita farla solo poco prima del finale (o dare la ancora più comica possibilità di rifarla all’infinito, stile infinita catena di montaggio di cloni), aggiunge tante vaccatelle divertenti ed è quasi un gioco stand alone, una specie di douji-game ufficiale ma costa un fottio, altro che farsi perdonare la noia del 3! (a pago)
- Genesi 2, come sopra (a pago)
- Random pack di armi, sinceramente apprezzo la customizzazione e varietà delle armi del 3 ma odio la componente multiplayer per cui sono state pensate (a pago)


Anche se il 2 contiene più DLC il 3 in proporzione costa quasi più del doppio, giusto per fare un esempio il DLC del 2 sull’Ombra costa 800 punti, La Cittadella che costa 1200 punti; mentre per quanto rigurda Javik concordo che è stata una merdata non aggiungerlo alla versione base del gioco perché è evidente che non si tratta di un personaggio “opzionale” ma, davvero, capisco che ogni tanto possa capitare di trovarsi con tempi stretti e la scadenza cade prima dell’effettivo completamento di una parte del gioco, meglio avere un Javik a pago che un Bishop monco *nod*

Party
I gdr di stampo occidentale si dividono principalmente in due branche, almeno secondo me, quelle in solitaria (come The Witcher) o quelli in party con una canonica mazzettata di amichetti più o meno odiosi; non servirebbe nemmeno tirare le somme per capire che il 3 perde di brutto sia per il numero che per lo spessore (visto che non ha le missioni per la lealtà e i dialoghi stanno al minimo) ma potevo quasi scusarglielo perché nel 3 non servirebbero nemmeno nuovi compagni d’avventura visto che è possibile importare tutte le vecchie conoscienze.

Dopo il buco del 2 Kaidan/Ashley e Liara tornano, colmi di rimpianti per non aver accompagnato Shep nella precedente follia, poi abbiamo Garrus e Tali (quando si fanno beccare avvinghiati li adoro), IDA con un corpo da schianto pronta a scendere in campo e infine James (Chi? *scuote la testa*).
Considerando che metà del party poteva essere belle morto con Kaidan o Ashely per obblighi del 1, Garrus e Tali col rischio di morire a fine del 2, posso capire che ci fosse bisogno di aggiungere un minimo di personaggi nuovi ma ME3 soffre di una cosa terribile che non fa apprezzare tutte le sfaccettature di personaggi come James o (quel dito in culo di) Kai Leng ovvero che sono personaggi tratti principalmente dalla parte cartacea di Mass Effect e gettati lì senza una vera contestualizzazione (senza contare che sono entrambi odiosi).
Quindi il party suona mediamente a morto e come se non bastasse nemmeno i sopravvissuti alla missione suicida riescono a distrarre a sufficienza da questa carenza: appaiono qua e là random e al massimo diventano cadaveri o risorse di guerra mentre tutti si domandano “Perché? Perché si sono sparpagliati per mezzo mondo?”.
I compagnucci dell’1 aveva una scusa per aver cambiato vita, Shep era un cadavere, era morto davanti ai loro occhi ma ufficiosamente tra il 2 e 3 Shep si è fatto solo un po’ di prigione per aver fritto una colonia Batarian e per questo, dopo aver rischiato la morte in una base piena di cadaveri e nemici, se ne sbattono e se ne vanno senza manco fare la spola davanti alla cella di Shep!? Ok, i compagni umani del 2 erano di Cerberus, quindi l’Alleanza li avrebbe guardati male, ma Shep era vivo e nessuno si è sprecato ad aspettarlo? Poi, sinceramente, non dovrebbe essere obbligatorio comprare DLC, fumetti e libri per capire le dinamiche di una serie di videogiochi, quando ciò diventa un obbligo (e non un opzione per fan sfegatati) significa che qualcosa non sta affatto andando per il verso giusto.

Comunque questi sono i personaggi del 2 e relativo destino “medio” nel 3:
- Garrus Vakarian, turian, sempiterno alleato più o meno schizzato a causa delle nostre scelte, dopo la missione suicida torna in patria per tentare di preparare i Turian all’arrivo dei Razziatori e poi torna al fianco di Shep; dal 2 può essere coinvolto in una relazione con una Sheppa altrimenti tenderà a fare coppia con Tali
Tali'Zorah vas... Normandy?, quarian, sempiterna alleata ormai tendente all’alcolismo mal celato (XD) che dopo la missione suicida è tornata alla flotta per prendere il posto del padre e preparare i Quarian ai Razziatori, peccato che nonostante la sua possibile vicinanza con Legion i Quarian pensino alla guerra e non alla pace; rischia di morire nuovamente a fine della guerra Geth-Quarian ma se sopravvive torna a essere un membro attivo della Normandy; come sopra, anche se ovviamente lei preferisce gli Sheppo e in tal caso alla fine darà una foto col suo aspetto senza tuta (una mezza delusione).
- Thane Krios, drell con malattia terminale, dopo la missione suicida decide di usare i suoi ultimi mesi di vita per stare col figlio ma ben presto le cose peggiorano e si trova costretto all’ospedale (dove comunque promette di tenere d’occhio Kaidan/Ashley indipendentemente dagli inciuci amorosi di Shep), si scontrerà con Kai Leng salvando la Dallatrass per poi morire poco dopo nonostante il tentativo di medici e famigliari di fargli una trasfussione; principalmente, anche a causa delle aggiunte in La Cittadella, viene considerato una delle “romance” del 3 nonostante muoia praticamente subito.
- Miranda Lawson, la cheerleader di Cerberus (umana teoricamente perfetta) e quella con più alte possibilità di sopravvivere alla missione suicida, si terrà in disparte per vegliare sulla sorella Oriana ma alla fine la salverà solo grazie all’intervento di Shep visto che Kai Leng la mazzola senza problemi; potrà fare coppia con un Sheppo e continuare tale relazione anche nel 3, anche se si tratta di un rapporto a distanza.
- Jack, o soggetto zero, umana, la biotica pazza che dopo la missione suicida cercherà di rimettere la testa a posto e fare l’insegnate (un po’ sopra le righe) anche se le decisioni di Shep potrebbero sterminare la sua scolaresca; per le faccende di cuore è a grandi linee come Miranda.
- Jacob, umano, che si ricrede su Cerberus e decide di aiutare degli scienziati fuggiaschi e magari metterne incinta una (perché i personaggi del 2 “import cartaceo” sono più contestualizzati del 3?) questo anche se nel precedente aveva una storia con una Sheppa, in tal caso continuerà ad amarla in segreto ma ormai è inguiato con la scienziata.
- Grunt, krogan, il personaggio più influenzato dalle scelte del giocatore che può anche non risveglialo nel 2 e quindi evitargli tutti quei traumi (XD) senza contare il caos su Tuchanka a seconda di come sono andate le cose nell’1; diventerà il capoccia di una divisione scelta di Krogan e rischierà di crepare contro i Rachni appena rivede Shep, della serie “non porta sfiga”.
- Mordin Solus, salarian canterino e scienziato pazzo, per doveri di trama può essere saltuariamente sostituito in caso di morte, la missione suicida l’ha portato a rivedere il suo lavoro sulla genofagia così aiuta i krogan e alla fine è pronto a sacrificarsi per spargere la cura, ammesso che Shep non lo tradisca alleandosi con la Dalatrass; è praticamente ufficiale la sua morte su Tuchanka visto che l’unico modo per salvarlo è seguire una contorta via: uccidere Wrex nell’1 e non tenere i dati di Maelon nel 2 per poi convincere Mordin nel 3 a fingersi morto e a nascondersi al Crucibolo.
- Samara, Justicar Asari, ovviamente è a giro a combattere le ingiustizie come se nulla fosse e la si ritrova al monastero delle Ardat-Yakshi (che nella versione italiana pare si moltiplichino random a seconda di chi parla) intenta a “salvare” le figlie; nonostante potesse essere un buon personaggio nel 3 è doppiamente piatta a causa della possibilità di ucciderla e scegliere Morinth (che ha un destino ancora peggiore nel 3 visto che dventa automaticamente una Banshee) e quindi praticamente non esiste e non ha dialoghi anche se è in una sorta di relazione con gli Sheppi, relazione già complicata nel 2 a causa del Codice.
- Legion, Geth, nella top ten dei personaggi sfigati visto che per dovere di trama deve morire indipedetemente da che parte Shep si schieri; dopo la missione suicida è tornato nello spazio Geth ma comunque i Razziatori riescono a riprendersi gli eretici imprigionandolo e usandolo come antenna per spargere il loro segnale, dopo aver aiutato Shep inizia ad acquisire una coscienza propria, e non più come parte del consenso Geth, ma non sopravvive abbastanza a lungo per notarlo.
- Kasumi e Zaeed, umani, i personaggi DLC tornano, più che altro Kasumi che ha un cameo importante in una missione di spionaggio Spettro mentre Zaeed è praticamente automatico; entrambi tornati ai loro vecchi lavori, nell’Cut Zaeed appare allegramente stravaccato solo nel finale rosso mentre Kasumi appare in tutti, solitamente depressa tenendo la greybox di Keiji (se recuperata) mentre nel finale Sintesi lei e Keiji sono nuovamente insieme.
Infine Kaidan o Ashely, l’umano sopravvissuto all’1, dopo lo scetticismo del 2 è possibile farli tornare nella ciurma magari con una promozione sospetta a Spettro e restare amici per la vita, ricominciare l’eventuale storiella d’amore lasciata a languire dall’1 con eventuale “opsh scusa per il palco di corna”.

C’è anche da dire che molte vecchie conoscienze tornano nel 3, in base al loro destino passato, nessuno nega che sia il gioco con più personaggi (anche se metà dei modelli sono riciclati) ma resto comunque perplessa per il cambio apportato ai dialoghi (non per la rondella, sono della vecchia scuola “full text” e odio i vacui suggerimenti ma ormai la rondella imperversa ovunque) perché da una parte ha senso non far apparire il dialogo cinematic se non c’è nulla di nuovo da dire, ma solo in quei casi va bene il testo volante perché altrimenti si perde un sacco di roba per un incauta pressione del tasto o perché ci si allontana dall’interlocutore, senza contare che facendo apparire le discussioni volanti talvolta bisogna leggere di fretta e si perde anche un bel po’ dell’atmosfera! Avanti, nemmeno Tali e Garrus beccati sul fattaccio hanno un vero e proprio dialogo! Senza contare che il Romance col party è terribilmente lineare da far pensare di esser tornati a prima di NWN:HoU (p.s. lunga vita a Valen)

Dub
Non mi dilungo troppo sul doppiaggio, da quando bazzico casa Bioware non mi sconvolgo a sentir dare dell’uomo alle protagoniste (non hanno mai negato di pensare prima al pubblico maschile, nonostante per statistica si vinca noi) e salvo rari casi come questo il doppiaggio italiano dei giochi è un lusso, talvolta evitabile, soprattutto con un immensa mole di testo e i vari problemi da essa generati (per una volta è toccato allo Sheppo aver problemi), ma nel 3 ho notato una cosa assai preoccupante.
Ignorando i DLC in ME3 spesso e volentieri l’audio e i sottotitoli non combaciano, ogni tanto sono discorsi totalmente diversi, cosa che in misura minore accadeva anche in ME2.
Non è una traggggedia, come non lo è il fatto che alcuni personaggi sfigati cambino voce visto che morti e sostituti condividono medesime frasi (un po’ come Morinth e Samara, anche in inglese Morinth ha alcuni cambi di voce, oltre a erroretti vari [sinceramente sembra quasi un personaggio fanmade XD]) però in ME3 è dannatamente evidente e continuo.
Lungi da me lamentarmi, è uno sbattimanto assurdo e giocare a ME con l’audio inglese e i sottotitoli italiani è alquanto fastidioso... Fortunatamente ME non fa parte di quei giochi doppiati in italiano che è meglio mettere in inglese prima che i timpani vadano in vacanza però il 3 è stato forse tirato via? Probabile, o qualcuno si è dimenticato di controllare cosa dicessero al microfono e cosa scrivevano nei sottotitoli...

Quiiiindiiii~
Trovo ME più curato dei Bioware fantasy post-2010 principalmente per un fatto di coerenza, sia a livello di dialoghi e scelte sia anche per un fatto di grafica (ME, ME2 e ME3 sono più omogenei, nonostante l’ovvio miglioramento sono tutti Unreal; DA:O e DAII sembrano due cose totalmente diverse e la grafica è l’unica cosa positiva di quest’ultimo).
Lo trovo più curato perché gli sviluppatori non hanno preso strade facili e pensandoci un minimo i bug non sono poi così gravi (a confronto DA:O/II fanno man bassa di bug, senza contare i personaggi stravolti) quindi se un ipotetico nerd-torturatore mi rapisse e mi costringesse a giocarmi le serie Bioware in uno stanzino buio sceglierei probabilmente di subire ME, questo anche se sono una patita del gdr fantasy (oltre che una negata dello stealth e regina dei mongoplettici pistoleri col pad, lunga vita al mouse) ovviamente sempre che tra le tortur-opzioni non ci sia NWN (che però è pre-2010 e teoricamente targato defuct-Obsidian XD).
Se una patita di rpg e jprg si mette a consigliare più un action sci-fi di un fantasy semi-classico la dice lunga, ma d’altro canto i tempi cambiano e magari DA3:Inquisitori della Domenica mi farà cambiare idea, who knows?

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes