Ultimi Post

sabato 25 maggio 2013

Si conclude Lily ma Magnolia prosegue

Breve post (segretamente serve solo per pareggiare i conti con i pochi post dei mesi precedenti *fufu* --> I’m joking).
A suo tempo, quando ho notato Magnolia tra le prossime uscite ho esultato, da una parte perché stavo pensando di farlo (e quindi mi sono tolta un pensiero) dall’altro perché adoro le naked ape sia quando sono in coppia sia quando la Lira (Saki Otoh, Saki Otoo, Saki Roka, Lira Kotone, la donna che cambia pseudonimo ogni giorno) sceneggia assurdità con qualcun’altro.
Per chi non lo sapesse Lily è il nome dei capitoli bonus/side story di Magnolia, delle oneshottine a fine volume, con protagonista la sfortunata Lily, co-protagonista nella trama principale.
Nonostante l’utilità un po’ fine a se stessa del narrare le vicende di questa innamorata secchiona, che raramente si intracciano o influiscono visibilmente con le vicende del “principe” Ayato (protagonista di Magnolia), Lily è una piacevole lettura è uno scorcio di “follia shojo” ed è tranquillamente leggibile da solo senza farsi grandi spoiler di Magnolia.
Per come la vedo io Lily è un po’ una prova delle Naked Ape (Magnolia stesso poi è il tentativo di fare un manga un po’ più shojo del solito ma comunque originale) per vedere se riuscivano a gestire veramente un eroina/protagonista femminile, e non qualcuno dal sesso ambiguo.
Trovo che gli sia venuta bene, ogni tanto si rischia di soffocare sotto l’ondata di melassa improvvisa ma non si tocca mai il ridicolo che riescono a mettere in atto alcuni shojo puri.
Non sto dicendo che vorrei che questo pazzo duo si dedichi a uno shojo 100%, la Naked piacciono perché sono particolari e per quella maledetta vaga vena sho-ai che si trova in ogni scena senza che scada in qualcosa di superfluo e commerciale, e senza che le non-yaoiste storcano il naso, insomma uno sho-ai pulito che riesce a dondolare piacevolmente tra il fanservice e la coerenza della trama.

Ma ora basta, tiriamo le somme sul capitolo finale di Lily:
Dopo tante peripezie la nostra protagonsita è riuscita a mettere le cose in chiaro con quella fava lessa di un prof (suppy... stai ancora patteggiando per l’inculata finale, vero? OVVIO!!). Con qualche assurdo stratagemma come sedersi in posti lontani ma visibili e appuntamenti fissati a giorni di distanza, i due sperano di mantenere la cosa sufficentemente segreta. I risultati sono pessimi fin da subito tanto che pure l’enternamente non ricambiato fratellino Arthur inizia a sospettare qualcosa e la gelosona Diane rincara la dose.
Intanto gli inequivocabili segni sul collo della protagonsita accendono le ire del buon dottore pedofilo e calcolatore e le sue dure parole sconvolgono Lily che in quel momento vorrebbe tanto accanto a se il suo grande amore a consolarla. Disgraziatamente favalessa-Saiga in quel momento accoglie calorosamente il fratellino, per l’impasticcato the pomeridiano, quest'ultimo per poco non lo sbrana stringendo uno dei petali perso precedentemente da Lily, ma d’altro canto Saiga si rigira come un calzino il fratello minore e la cosa sarebbe finita lì se la suddetta Lily, in lacrime, non avesse attraversato la soglia pietrificando entrambi gli spasimanti. Convinta che ora Arthur sappia tutto scappa, quando invece il poverino è finito KO perché ha la salute più cagionevole di tutto il cast di Magnolia (il che la dice lunga visti i casi patologici che ci sono). Distratti un po’ tutti quanto basta Lily viene narcotizzata e rapita dal caro pedo-doc che a differenza di tutti gli altri ha già capito cosa combini la scostumata "figlioletta" che denuncerà, rovinando la vita di entrambi, se non si concederà a lui (go pedo-doc, go!).
Ma favalessa-Saiga giunge a salvare la sua bella, avrà anche le treccine (altro indice della sua follia) ma un pugno decente lo sa dare e fa notare al caro pedo-doc che è nella merda fino al collo e insieme a Lily se ne vanno via in lovely-mode, lovely-mode che si conclude con un appassionato bacio al chiaro di luna, finale di “Lily” in cui la nostra non più protagonista si ripromette di essere pronta a tutto, anche a morire, per il suo lui.
*inchino*
E questa sarà anche la scena che concluderà il volume 6 di Magnola in uscita tra 2 settimane in JP (l’italica Panini sta già ringambando Magnolia 3 da mesi...).
Fine.

FINE DOVEEEEE!!?!?!? Quando arriva l’inculata cronica a Lily!?!?
S-Suppy-san c---calmati!
Non mi calmo! Mi prendi per i culo!? Favalessa in lovely mode!? Ma se è più schizzato di pedo-doc!? C’ha scritto in fronte, a triplice riga, che è un evil one.
Aaaaaargh, speravo che le facesse firmare qualche contratto e poi la lanciasse di sotto dal balcone.
S-Suppy, sei... so evil...
*sguardo trucido* è solo che non sono favorevole allo shojo
S-sei una ragazza!
Leggo Bastard cazzo vuoi da me! (ma sono la tua anima shojo! We are the same!!) Aaaaaah... vedremo che succede dal capitolo 32 in poi di Magnolia -.- Sante fave lesse.

Comunque se vi siete stufati di aspetare mamma Panini, e non potete vivere senza Naked Ape o Magnolia (o simili), Lily è un buon passatempo che può essere tranquillamente letto da solo stand alone *inchino*
...
AMMAZZALAAAAA
ARGH! Qualcuno placchi la Suppy!

La cover qui di fianco è quella dell'edizione speciale del 12esimo, e ULTIMO, numero di Dolls (aveva un drama cd allegato). La J-pop non l'ha mai fatto uscire con una certa regolarità, prima 2 volumi in un mese, poi bimensile e poi... vattela a sapere quando esce, si è arenata al numero 10 (uscito a settembre 2012) e non è mai stato detto quando usciranno i volumi finali...

p.s. ovviamente ringrazio le Omari Sista per la versione inglese di Lily >.<

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes