Ultimi Post

giovedì 7 febbraio 2013

Guida all’editing – Introduzione + indice

La mascotte di
questa guida :P
Hi, qui è la Suppy, dopo tanto parlarne mi sono finalmente decisa a fare questa “guidozza”.
Vorrei mettere in chiaro alcune cose, prima di cominciare:
-    Questa non è una guida professione, è come io faccio la cose ed è assai probabile che per tempo o voglia non segua sempre tutte le mie regoline.
-    Questa guida parlerà principalmente di editing, ma mi soffermerò anche sul check, la gestione di un gruppo, ecc...
-    E’ una guida per i manga scan, non per l’editoria ufficiale, non per i comics, nonostante alcune cose si possano tranquillamente applicare ad entrambi.
-    Nessuna delle immagini in negativo esempio è fatta dalla sottoscritta, perché? Perché perder tempo a fare esempi di atrocità quando ne è pieno il mondo? Poi così mi vengono in mente anche cose a cui non avrei mai pensato.
-    Il programma utilizzato è CS6, o comunque photoshop, ma tanto non spero shortcut e nomi specifici dei pulsanti.

KH358 aveva delle raw tremende,
anche a passarci un giorno sopra
facevano sempre schifo XD
Perché mi sono messa a fare questa mazzata? Perché non esiste nessuna degna guida per i manga scan, beh qualcuna c'è ma dice assurdità come spianare i retini o che i png sono sacrosanti... D’altro canto non dovrebbero nemmeno esistere i manga scan, so che a molti piace dire “se non è licensed non è illegale” (anche se molti pensano che licensed sia better per le visualizzazioni -.-) ma in realtà l’illegalità sta a monte della faccenda, ovvero nella raw, nella scansione originale.
Qualcuno all’interno dei gruppi fa un po’ di scuola ai nuovi arrivati, ma la mia personale politica è di non dare lezioncine perché io ho imparato da sola a suon di prove e schifezze, e se non sai pulire, non sai mettere decentemente una scritta per me non sei un editor e stai fuori dallo staff *saluta con la manino*.

Un paio di suggerimenti generali:
Non si dividono in parti i capitoli, poteva avere un senso 10 anni fa con l’internet ballerino di allora e perché non c’erano tanti gruppi, ma adesso spezzare i capitoli è solo una cosa rozza, non c’è scusa che tenga!
Se lo fate perché volete rellare alla svelta, beh andare di fretta mina già abbastanza la qualità senza che vi mettiate a dividere i capitoli; se è perché il capitolo è di 100 e passa pagine, e vi fa fatica, beh come lo potete fare in due manche lo potete fare in una con calma, non vi pare?

È  meglio fare gli archivi con all’interno una cartella e non coi file sciolti, questo per evitare che chi fa l’estrazione veloce si trovi la roba sparsa a giro, inoltre decidete fin da subito se usare .zip o .rar (evitate .7z e altri formati più strambi, dovete sempre pensare che possa scaricarlo anche un  utonto che manco cos’è un archivio---) non c’è una regola su quale è meglio usare, quindi in breve fate come vi pare.
Non date nomi strani per gli archivi, mortalmente lunghi con scritto per esteso il nome del gruppo, del volume del capitolo ecc... Il nome del gruppo è meglio se è racchiuso tra [parentesi quadre] a capo o in fondo al nome del manga e poi basta V# (volume#) e/o C# (capitolo#).
Se volete evitare che i vostri capitoli vengano trovati dai vari cerca-file allora eliminate le vocali del nome o simili, niente numeri/lettere buttate a caso, grazie.
Una volta che avete scelto come settare il nome usatelo per tutte le release di quella serie e di tutte le successive! Non fate fritti misti di nomi -.-
Non ha molto senso, a fine volume o a completamento dell’opera, fare un archivio con tutti i capitoli dentro (indipendentemente dal mettere le immagini sciolte o le cartelle, mai archivi dentro archivi) perché sfalza i risultati del contatore download -se lo avete- e può creare confusione per quelli che già seguivano la serie oltre a dare del lavoro evitabilissimo da fare a qualcuno; se proprio lo volete fare fatelo bene, cancellate i download singoli e standardizzate i nomi dei capitoli all’interno del nuovo archivio con tutto.

Se il manga è lungo, ricco di capitoli e/o nomi e/o termini specifici, è meglio che il traduttore iniziale faccia una lista di come tradurre sempre una determinata parola/nome.
In ogni caso è sempre meglio organizzare bene i lavori: evitare i progetti lunghi o appena iniziati in patria o dagli inglesi; non costringere lo staff a fare una cosa che non gli piace (per quanto si impegnino lo faranno sempre da schifo) e non esiste alcuna legge per cui si debba fare ogni progetto proposto dallo staff o dagli utenti (avete un cervello, allora usatelo e fatevi 2 conti prima di iniziare un nuovo progetto che non finirete); in vista della possibilità di un cambio degli addetti a un manga fate postare le traduzioni dove tutto lo staff possa vederlo e postate i nomi dei font usati in modo che se subentra qualcuno non si noti troppo.
Torniamo un attimo a un argomento già accennato: è inutile fare delle prove per entrare nello staff se poi tutti entrano, i cani restano cani al massimo possono mostrare la loro buona volontà occupandosi del check o cose minori e imparare a tradurre/editare con le loro forze.

Vi aspetto alla prossima lezione, in cui vedremo un quel po’ di validi atroci esempi di editing non accettabili, erroretti dozzinali e altre cose che non dovrebbero passare il check e venir rellate!

INDICE

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes