Ultimi Post

lunedì 17 ottobre 2011

Honey Blood Recensione Vol 3 [Finalmente]

Nota: si è parlato diverse volte di questo articolo, purtroppo ha finito col diventare un mouse pad (XD) e così non l'ho mai trascritto. Gomeneeeee.

Finalmente ci siamo, dopo aver citato ennemila volte questa recensione finalmente l'ho scritta (su carta e poi qui).
Capita poche volte e magari per voi tutto ciò non avrà senso, ma è davvero raro che io mi smentisca e ritratti quanto detto.
Certo, come ho scritto nella nota sull'articolo precedente (quella sul volume 1-2) il volunme 3 mi era piaciuto ma in quel dato articolo lo insultavo, visto che in teoria a quei tempi non era ancora uscito.

Perchè non ho modificato quell'articolo?
Perchè sono fatta così, non mi piace cancellare quanto ho scritto, se si tratta di aggiungere 2 cose di solito uso la forma del "EDIT:" et simili, però non potevo farlo in questo caso.
Mi sono affezionata alla Mitsuki (l'autrice) più per le sue traversie che per l'opera stessa (nonostante non mi sia dispiaciuta) ed è la prima volta che mi capita di leggere uno sclero anti-datore di lavoro; gli editor ogni tanto vengono insultati ma proprio prendersela con la rivista non mi era mai capitato >.<.
Il volume chiamato Honey Blood 3 Tale 0 è effettivamente il 3° volume, nonostante sia una specie di prequel.
In breve non è un invenzione della Planet per vendere un volume in più.
Al suo interno ci sono i 3 Honey antecedenti la miniserie in 2 volumi, 3 one-shot legate tra loro con delle uscite un pò sfigate disseminate tre il 2008 e il 2009.
Non sono consecutive temporalmente e l'autrice stessa si stupisce di aver potuto fare ogni volta un seguito, inoltre hanno davvero poco a che vedere con la miniserie.
Per questi motivi, più i commenti dell'autrice qua e la, pensavo che questo volume fosse 'na sola incredibile e invece no.
E' stato bello vedere i vecchi personaggi in un diverso contesto, è una specie di divertente side story che per certi versi è anche più solida e compiuta della miniserie; inoltre ho apprezzato anche le 2 oneshot slegate a fine volume.
La prima non è eccezzionale, è abbastanza comune e mette giù una storiella simpatica ma un pò strausata della ragazza maschiaccio che diventa belle per il suo lui, la storia dopo invece è davvero toccante e triste, mi è piaciuta tantissimo anche se è decisamente breve.
Insomma tutto sommato questo Honey Blood 3 non è malvagio, nonostante in effetti non aggiunga nient'altro ai 2 volumi precedenti se non saziare la curiosità di chi voleva vedere questo famigerato "primo honey blood" da cui derivava la serie, e magari ammirare i disegni acerbi dell'autrice che pagina dopo pagina si migliorano avvicinandosi sempre più allo stile degli altri volumi.

Share this:

Posta un commento

Commenta, a tuo rischio e pericolo...

 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes